RICERCA PERSONALIZZATA

Ricerca personalizzata

Origini » Civiltà Maya › Architettura Maya › Fantasmi nel mondo antico » Storia

ADS

Personaggi e vicende storiche ››

  1. Civiltà Maya
  2. Architettura Maya
  3. Fantasmi nel mondo antico
  4. Copan
  5. Cioccolato
  6. Sepoltura
  7. Chichen Itza

Antiche origini ›› Suoi personaggi storici e luoghi

≪≪≪ ◄► ≫≫≫
[ 1 ]

Civiltà Maya

Origine e storia
da Joshua J. Mark

I Maya sono un popolo indigeno del Messico e America centrale che continuamente hanno abitato le terre che comprende di moderno-giorno dello Yucatan, Quintana Roo, Campeche, Tabasco e Chiapas in Messico e verso sud attraverso Guatemala, Belize, El Salvador e Honduras. L'indicazione Maya viene dall'antica Yucatan città di Mayapan, l'ultima capitale del regno Maya nel periodo post-classico. Popolo Maya si riferisce a se stessi di etnia e lingua obbligazioni come Quiche nel sud o Yucatec nel nord (anche se ci sono molti altri). La 'misteriosa Maya' hanno affascinato il mondo fin dalla loro 'scoperta' nel 1840 da John Lloyd Stephens e Frederick Catherwood, ma, in realtà, gran parte della cultura che non è misterioso quando capita. Contrariamente a immaginazione popolare, i Maya non ha fatto svanire e i discendenti di chi ha costruito le grandi città di Chichen Itza, Uxmal e Bonampak, Altun Ha ancora presenti sulle stesse terre ha fatto i loro antenati e continuano a praticare, a volte in forma modificata, gli stessi rituali che sarebbero stati riconosciuti da un nativo della terra di mille anni fa.

Origini di MAYA

La storia della Mesoamerica è solitamente diviso in periodi specifici che, presi insieme, rivelano lo sviluppo della cultura della regione e, per le finalità di questa definizione, l'emersione e la coltivazione della Civiltà Maya.
Il Periodo arcaico: 7000-2000 A.C. – durante questo tempo una cultura di cacciatori-raccoglitori comincia a coltivare colture come mais, fagioli e altre verdure e l'addomesticamento di piante e animali (soprattutto cani e tacchini) divenne molto praticati. I primi villaggi della regione sono stati stabiliti durante questo periodo che comprendeva i luoghi sacri e templi dedicati alle varie divinità. I villaggi scavati finora sono datati dal 2000-1500 A.C..
Il periodo di Olmec : 1500-200 A.C. – questa era è noto anche come il pre-classico o periodo formativo quando gli Olmechi, la più antica cultura in Mesoamerica, prosperarono. Gli Olmechi si stabilirono lungo il Golfo del Messico e cominciarono a costruire grandi città di pietra e mattoni. Le famose teste olmeche suggeriscono fortemente altamente sofisticata abilità nella scultura e le prime indicazioni di data Shamanic pratiche religiose di questo periodo. La dimensione enorme e portata delle rovine di Olmec partorito l'idea che la terra fosse una volta popolata da giganti. Anche se non si sa dove gli Olmechi è venuto da, né quello che è successo a loro, essi pongono le basi per tutte le civiltà future in Mesoamerica.
I dii persi: I Maya (conoscenza del pianeta)
Il periodo di Zapotec : 600 A.C.-800 CE – nella regione circostante Oaxaca di moderno-giorno, il centro culturale, ora conosciuto come Monte Alban è stata fondata che divenne la capitale del Regno zapoteco. Gli Zapotechi erano chiaramente influenzati da (o, forse, legati alla) gli Olmechi e, attraverso di loro, alcuni degli elementi culturali più importanti della regione sono stati diffusi quali scrittura, matematica, astronomia e lo sviluppo del calendario; tutto ciò di cui i Maya sarebbe affinare.
Il periodo di Teotihuacan : 200-900 D.C. – durante questa era la grande città di Teotihuacan è cresciuta da un piccolo villaggio a una metropoli di enormi dimensioni e influenza. All'inizio, Teotihuacan era un rivale di un'altra città chiamato Cuicuilco ma, quando quella comunità fu distrutto da un vulcano c. 100 CE, Teotihuacan divenne dominante nella regione. Prove archeologiche suggeriscono che Teotihuacan era un importante centro religioso che era dedicato al culto della grande dea madre e del suo consorte, il serpente piumato. Il Dio Serpente Piumato Kukulkan (noto anche come Gucamatz) era la divinità più popolare tra i Maya. Come molte delle città che ora giacciono in rovina in tutta l'America meridionale, Teotihuacan fu abbandonata intorno al 900 CE.
Il periodo di El Tajin : 250-900 D.C. – questo periodo è anche conosciuto come il periodo classico della storia mesoamericana e Maya.
Il periodo di El Tajin: 250-900 D.C. – questo periodo è anche conosciuto come il periodo classico della storia mesoamericana e Maya. Il nome 'El Tajin' si riferisce alla grande città complessa sul Golfo del Messico che è stato riconosciuto come uno dei siti più importanti in Mesoamerica. Durante questo tempo i grandi centri urbani è aumentata in tutta la terra e i Maya numerata in milioni. Il gioco della palla molto importante che è venuto essere conosciuto come Poc-a-Toc è stato sviluppato e più giochi della palla sono stati trovati in e nei dintorni della città di El Tajin, che altrove nella regione. Che, appunto, le persone erano che abitate El Tajin rimane sconosciuta come c'erano più di cinquanta gruppi etnici rappresentati nella città e dominanza è stata attribuita a entrambi i Maya e i Totonachi.
Il periodo classico Maya: 250-950 CE – questa è l'epoca che ha visto il consolidamento del potere nelle grandi città dei Maya Yucateco come Chichen Itza e Uxmal. Influenze culturali dirette possono essere visto, in alcuni siti, da quella degli Olmechi e gli Zapotechi e i valori culturali di Teotihuacan ed El Tajin ma, in altri, una totalmente nuova cultura sembra sono emersi (come a Chichen Itza dove, anche se ci sono ampie prove del prestito cultura, c'è uno stile significativamente diverso per l'arte e l'architettura). Questo periodo fu l'apice della Maya civiltà in cui hanno perfezionato la matematica, astronomia, architettura e le arti visive e anche raffinato e perfezionato il calendario. La più antica data registrata in quest'epoca è su Stele 29 nella città di Tikal (292 CE) e l'ultima è da un'iscrizione sulla Stele presso il sito di Tonina (909 CE). Le città-stato della civiltà Maya si estendeva dalla pista al Nord tutto il senso giù Honduras di moderno-giorno.
Il periodo post-classico: 950-1524 CE – in questo momento che la grande città dei Maya sono state abbandonate. Finora, nessuna spiegazione per l'esodo di massa dalle città alle aree rurali periferiche è stata determinata ma il cambiamento climatico e sulla popolazione sono stati fortemente suggeriti tra le altre possibilità. I Toltechi, una nuova tribù della regione, ha assunto la direzione dei centri urbani vacanti e ripopolato li. In questo momento, Tula e Chichen-Itza divenne città dominante nella regione. La concezione popolare che i Maya furono scacciati dalle loro città dalla conquista spagnola è errata, poiché le città erano già vacante dal momento dell'invasione spagnola (in realtà, i conquistatori spagnoli non avevano idea i nativi hanno trovato nella regione sono stati responsabili per l'enormi complessi delle città). I Maya Quiche furono sconfitti nella battaglia di Utatlan nel 1524 CE e questa data segna tradizionalmente la fine della civiltà Maya.

Cultura MAYA

L'altezza della civiltà Maya del periodo classico ha prodotto le incredibili progressi culturali per i quali essi sono ben noti. I Maya credeva profondamente nella natura ciclica della vita – nulla è stato mai 'Nato' e nulla mai 'morto' – e questa credenza ha ispirato il loro punto di vista della divinità e del cosmo. Loro visione cosmologiche, a sua volta, incoraggiato gli sforzi fantasiosi in architettura, matematica e astronomia. Sotto la terra era il regno oscuro di Xibalba (pronunciato 'shee-Bal-ba' e tradotto come 'luogo della paura') da dove è cresciuto il grande albero della vita che è venuta attraverso la terra e torreggiato su nei cieli, attraverso tredici livelli, per raggiungere il paradiso di Tamoanchan ('luogo del cielo') dove fiorì bellissimi fiori. In credenze Maya, tuttavia, uno non morire e andare in un 'paradiso' o un 'inferno' ma, piuttosto, intrapreso un viaggio verso Tamoanchan. Questo viaggio è iniziato nel mondo sotterraneo buio e infido di Xibalba dove i xibalbani che hanno vissuto c'erano più in grado di ingannare e distruggere un'anima che aiuta uno.
Se uno poteva passare attraverso Xibalba, tuttavia, si potrebbe quindi trovare il modo di salire attraverso i nove livelli degli inferi e i tredici livelli del mondo superiore, al paradiso. Gli unici modi in cui un'anima potrebbe by-pass Xibalba e travel istantaneamente a Tamoanchan sono stati attraverso la morte di parto, come una vittima sacrificale, in guerra, Corte sulla palla, o per suicidio (i Maya avevano una speciale dea del suicidio denominato Ixtab che era raffigurata come il cadavere in decomposizione di una donna appeso da un cappio nei cieli). Una volta raggiunto uno Tamoanchan c'era la felicità eterna, ma deve essere notato, questo paradiso non era probabilmente in realtà esiste nel cielo ma sulla terra. Dopo essere salita attraverso i tredici livelli, uno non visse nell'aria ma, piuttosto, su una montagna mistica sul pianeta. Fu a causa di questa visualizzazione ciclica che i Maya non credeva che ci fosse qualcosa di sbagliato con il sacrificio umano. Coloro che sono stati offerti agli dèi non è 'morto' ma semplicemente spostato. Questa credenza cosmologica influenzato ogni aspetto della civiltà Maya e rituali sono stati effettuati regolarmente nelle grotte, evocando l'oscurità di Xibalba e sulle colline o alte templi che simboleggiava le altezze di Tamoanchan.
Le grandi piramidi che caratterizzano tanti siti Maya sono repliche della grande montagna delle divinità conosciuta come il Witzob. La natura ciclica dell'esistenza umana si specchia nel famoso calendario Maya. Le raffigurazioni di molti dèi e Dee tutti andare verso la loro funzione in aiutando uno attraverso i cicli della vita o ostacolare. Il grande libro religioso dei Maya Quiche, il Popol-Vuh, racconta proprio questa storia della natura ciclica della vita attraverso il racconto dell'eroe gemelli Hunahpu e Xbalanque e la loro vittoria sulle forze del caos e le tenebre simboleggiato dai signori di Xibalba. Il gioco che i gemelli sono famosi per la riproduzione, Poc-a-Toc, serve allo stesso scopo.
POC-a-Toc era il gioco più popolare tra i Maya ed era molto più che 'solo un gioco' come esso simboleggiava la lotta umana e riflette il modo che i Maya hanno visto esistenza. Due opposte squadre di sette uomini ciascuno sarebbe di fronte a altro su un campo di palla e cercare di segnare una palla di gomma piccola attraverso un cerchio verticale applicata su una parete (a volte alto come venti piedi in aria, a volte superiore) mentre difendeva il proprio obiettivo. Ciò che rende il gioco ancora più impressionante è che un giocatore non poteva usare le mani o i piedi, solo i fianchi, spalle, testa e ginocchia. Il vescovo spagnolo Diego de Landa ha scritto che guardando i Maya gioco Poc-a-Toc era come guardare i fulmini, si trasferirono così rapidamente. Si è a lungo creduto che la squadra perdente (o il capitano della squadra perdente) sarebbe stato ucciso alla fine della partita, ma gli avanzamenti recenti nel decifrare i glifi Maya, insieme a testimonianze archeologiche, suggerisce che potrebbe essere stato la squadra vincente o il capitano vincente che è stato dato l'onore di una morte veloce e immediato passaggio al paradiso. Il gioco è pensato per essere stato simbolico, non solo della vittoria dei gemelli sulle tenebre, ma la natura ciclica della vita. Il Mayanists Schele e Matthews affermano, "molti miti moderni sono cresciuti circa la partita. Il più popolare dice che i Maya sacrificato i vincitori in modo da dare un regalo perfetto per i dèi. Non esiste nessuna prova per questa interpretazione in una qualsiasi delle fonti antiche o storiche"(210). Questo non è abbastanza corretto, tuttavia, come glifi in molti giochi della palla, Chichén Itzá per citarne solo uno, potrebbe essere interpretato come risultati la squadra vincente o capitano sacrificati e Maya moderni daykeepers a entrambi Altun Ha in Belize e Chichen Itza, nello Yucatan punto alla speranza di fuga dalle tenebre di Xibalba come la ragione per i vincitori in esecuzione. La squadra è stato scelto di morire, e in quali circostanze (poiché squadre potrebbero non sono stati continuamente sacrificate vi sono prove delle squadre 'star') il gioco della palla era profondamente significativo per i Maya come più di uno sport per spettatori. Ulteriori informazioni sui particolari del gioco e la vita degli antichi Maya in generale, viene alla luce come più geroglifici sono scoperto e interpretati.

Geroglifici Maya

La difficoltà di giorno moderno nel decifrare i geroglifici Maya deriva dalle azioni dell'uomo stesso che, inavvertitamente, conservato così tanto di ciò che sappiamo della civiltà Maya: vescovo Diego de Landa. Nominato a Yucatan dopo la conquista spagnola del Nord, Landa arrivati nel 1549 CE e mise immediatamente al compito di routing su paganesimo tra i Maya convertiti al cristianesimo. Il concetto di un Dio che muore e torna in vita era molto familiare al Maya dalle proprie divinità, il Dio del mais e sembrano avere accettato facilmente la storia di Gesù Cristo e la sua risurrezione. Anche così, Landa credeva che ci fosse una fazione sovversiva crescente tra i Maya che era seducendoli 'Torna alla idolatria' e, non essendo riuscito a schiacciare questo percepito ribellione attraverso i viali della preghiera e monito, ha scelto un altro metodo più diretto.
Il 12 luglio 1562 CE, presso la Chiesa alle Mani, Landa bruciato oltre quaranta Maya Codices (libri) e oltre 20.000 immagini e stele. Nelle sue stesse parole, "Abbiamo trovato molti libri con queste lettere, e perché hanno contenuto nulla che era libero dalla superstizione e inganno del diavolo, abbiamo bruciato loro, che gli indiani si lamentava notevolmente." Landa è andato oltre, tuttavia e fatto ricorso alla tortura per districare i segreti di sovversivi tra i nativi e riportarli a ciò che vedeva come il vero cammino della Chiesa. I suoi metodi sono stati condannati da altri sacerdoti e fu richiamato in Spagna per spiegare le sue azioni. Parte della sua difesa era il suo lavoro CE 1566 las di Relacion de Cosas de Yucatan che ha conservato gran parte della cultura Landa ha cercato di distruggere e ha dimostrato di essere uno strumento prezioso nella comprensione antica cultura Maya, religionee lingua.
Solo tre libri del Maya sfuggito la conflagrazione alle Mani: Il codice di Madrid, Il codice di Dresdae Il codice di Parigi (così chiamato per le città dove sono stati trovati molti anni dopo sono stati portati indietro dal Yucatan) che hanno fornito gli studiosi con una grande quantità di informazioni sulle credenze dei Maya e, soprattutto, il loro calendario. I codici sono stati creati da scribi che hanno reso attente osservazioni in astronomia (il Codice di Dresda da sola dedica sei pagine per calcolare con precisione il crescente e le posizioni di Venere) e le loro interpretazioni dei pianeti e le stagioni presentano una precisione ineguagliata da altre antiche civiltà. Così importante erano le storie e i libri per i Maya che la Leggenda di Zamna e la Pianta di Hennequen descrive la grande dea dicendo al profeta Zamna:
Devi scegliere un gruppo di famiglie dal mio Regno e tre di Chilames più saggia, per trasportare gli scritti che raccontano la storia del nostro popolo e scrivere ciò che accadrà in futuro. Si raggiunge un luogo che vi indicherà e troverete una città. Sotto il suo principale tempio custodirà le Scritture e le scritture future.
La città di Izamal fu fondata, secondo la leggenda, da Zamna (associato con la divinità Itzamna) di Itzas che vincolate gli scritti sacri del tempio centrale. Izamal è diventato noto come il più importante sito di pellegrinaggio nel periodo classico oltre a Chichen Itza. Sciamani (conosciuti come Daykeepers) Vorrei interpretare la particolare energia di giorno o mese per le persone di consulenza con la divinità che presiede i vari mesi del calendario Maya.

Calendario del MAYA

Ci sono due calendari al lavoro simultaneamente nel sistema Maya: il Haab, o calendario civile di 365 giorni in un periodo di 18 mesi di 20 giorni ciascuno e lo Tzolkin o calendario sacro di 260 giorni divisi in tre gruppi di mesi di 20 giorni. Il Haab e Tzolkin lavorare insieme, come ingranaggi ad incastro in una macchina, per creare quello che sono conosciuti come il Calendario rotondo ma non conto per le date più lontano nel futuro di 52 giorni. Per calcoli più lunghi, i Maya inventato ciò che è noto come il calendario a conteggio lungo ed è ciò che ha attirato molto l'attenzione internazionale negli ultimi anni per quanto riguarda la fine del mondo il 21 dicembre 2012 CE. Come il calendario a lungo conteggio inizia 11 agosto 3114 A.C., si entra nel ciclo successivo (conosciuto come un Baktun) il 21 dicembre 2012 CE.
Non c'è niente in scritti esistenti dei Maya per suggerire che alcun tipo di cataclisma accompagna questa transizione. Il 10 maggio 2012 CE è stato riferito che l'archeologo William Saturno di Boston University e Boston University student Maxwell Chamberlain, lavori di scavo nel sito Maya di Xultun in Guatemala, scoperto una stanza 6x6 risalente a 800 CE che conclusivamente sembra essere stato un workshop di calendario per gli scribi Maya. I dipinti e le iscrizioni sui muri della camera Visualizza il calendario Maya che si estende ben oltre l'anno 2012 CE e quello futuro baktun sono stati capiti di essere già in corso nella grande danza ciclica del tempo. Secondo David Stuart, un esperto di geroglifici Maya presso l'Università del Texas ad Austin, "Baktun 14 stava per essere venuta e Baktun 15 e Baktun 16. ... Il calendario Maya sta per andare avanti e proseguire per miliardi, trilioni, octillions di anni nel futuro."
I mesi degli anni dei calendari Maya sono stati governati su ciascuno da un Dio specifico e, come queste divinità erano eterne, hanno assicurato la continuità dell'energia del loro mese particolare. Come tutta la vita fu considerato un eterno ciclo, il concetto occidentale di un 'fine del mondo', così popolare nell'ideologia cristiana, sarebbe stato un concetto completamente estraneo a uno scriba di Maya.

MAYA oggi

In età moderna i Maya fattoria ancora le stesse terre e viaggi i fiumi stessi come i loro antenati ha fatto da nord nello Yucatan fino a Honduras. L'affermazione che i Maya scomparso in qualche modo, semplicemente perché le loro città sono state trovate abbandonati, è non solo imprecise ma un insulto agli oltre 6 milioni di Maya che portano avanti le tradizioni dei loro antenati. Anche se la regione fu cristianizzata nel XVI secolo CE conquista e Inquisizione, i vecchi metodi sono ancora osservati in un ibrido tra cattolicesimo europeo e misticismo Maya. Il Daykeeper di un villaggio ancora interpreta l'energia di un giorno e rituali vengono ancora eseguiti nelle grotte e sulle colline. Sull'isola di Cozumel santuari per la Vergine Maria e la dea Ixchel sono intercambiabili e, spesso, uno stesso. Una grande quantità è stata imparata circa i Maya fin dai giorni quando Stephens e Catherwood esplorato e documentato le antiche rovine ma, per i Maya che vivono oggi, niente di importante è mai stato dimenticato e il ciclo di vita continua su.
[ Indice ▲ ]
[ 2 ]

Architettura Maya

Origine e storia
da Mark Cartwright

Architettura Maya è meglio caratterizzato da svettanti piramide templi e palazzi decorati che sono stati costruiti in tutti i centri Maya attraverso Mesoamerica El Tajin nel nord- Copan nel sud. La civiltà Maya era formato da indipendente città-Stati e, di conseguenza, ci sono variazioni regionali in architettura, ma quasi tutti gli edifici sono stati costruiti con una precisa attenzione alla posizione e layout e uno stile generale prevale. Multi-livello elevato di piattaforme, enorme passo -piramidi, falso coperture, scale monumentali ed esterni decorati con sculture e modanature di glifi Maya, forme geometriche e iconografia dalla religione come maschere di serpente sono tutte le tipiche caratteristiche dell'architettura Maya. È interessante notare che, a differenza di molte altre culture, architettura Maya fa alcuna distinzione particolare tra edifici religiosi e non religiosi.

Influenze & materiali

I Maya erano certamente consapevoli di e sono stati spesso ammiratori di, che erano andato prima di loro, soprattutto gli Olmechi e Teotihuacanculture mesoamericane, e quindi hanno preso ispirazione da questo patrimonio di Mesoamerican quando si sviluppa la propria architettura unica.
Gli architetti Maya utilizzato prontamente disponibili materiali locali, come il calcare a Palenque e Tikal, Quiriguá in arenaria e tufo vulcanico a Copan. Blocchi sono stati tagliati utilizzando solo gli strumenti di pietra. Bruciato-calce cemento utilizzato per creare una forma di calcestruzzo e occasionalmente è stato utilizzato come Malta, come era semplice fango. Superfici esterne erano di fronte a stucco e decorate con sculture in altorilievo o scultura tridimensionale. Pareti potrebbero avere anche impiallacciature fini delle lastre bugnato collocati sopra un nucleo di macerie, una caratteristica degli edifici della regione Puuc. Pareti in edifici Maya sono solitamente dritti e producono angoli acuti ma un'idiosincrasia notevole è visto a casa di Uxmaldel governatore (x secolo D.C.) che ha pareti esterne che magra verso l'esterno come si alzano (chiamato pastella negativo). L'intero paramento esterno è stato poi ricoperte di stucco e dipinte in colori vivaci, soprattutto rossi, gialli, verde e blu. Pareti interne erano spesso decorate con murales raffiguranti battaglie, righelli e scene religiose. Tetti mansardati erano tipici e fatto nell'imitazione del tetto thatch inclinato di più modesto in legno e wattle dimore della maggioranza della popolazione.
Edifici Maya sono stati posizionati per sfruttare solari e altri eventi celesti o linee di vista.
Le prime strutture monumentali di Maya sono provenienti dalla regione di Petén, come la piramide dei secolo D.C. a Uaxactun conosciuto come E-VII-sub e sono bassi piramidi con passaggi su tutti i quattro lati passando a una piattaforma superiore. Postholes nelle piattaforme indicano sovrastrutture di una volta se ne stava lì con materiale deperibile. Le piramidi anche portano la decorazione scultorea, maschere in caso di E-VII-sub. Anche in questa fase iniziale sono stati costruiti edifici piani precisi in base a tali eventi come l'inverno ed estate solstizi e gli equinozi. Inoltre, il contorno delle strutture se visto dall'alto è stato anche deliberato e potrebbe formare o analoghi ai glifi Maya per, ad esempio, il completamento e il tempo. Infatti, molte strutture sono state costruite per commemorare specificamente al compimento di periodi di tempo importante come il 20 anno katun.

Urbanistica

Siti Maya mostrano tracce di urbanistica deliberata e monumenti sono spesso disposte su una raggiera incorporando ampie piazze. Topografia di solito determinata dove sono stati costruiti gli edifici più grandi - Vedi, per esempio, Palenque, dove è stato fatto uso di roccia naturale sorge - ma potrebbero anche essere collegati tramite strade sopraelevate e stuccati (bajos) all'interno di un unico complesso sacro. Gli edifici stessi sono stati orientati lungo, ad esempio, un asse nord-sud e così sono stati posizionati per sfruttare solari e altri eventi celesti o linee di vista. Edifici potrebbero anche essere situati in modo approfittare di panorami naturali o anche imitare la vista stessa come in campo rispettivamente a Copan.

Piramidi

Piramidi Maya svettanti sopra la giungla circostante, ad esempio il 65 metri alto tempio IV a Tikal (VIII secolo D.C.), sono tra le più famose immagini dalle antiche Americhe. Piramidi sono stati utilizzati non solo come templi e punti focali per pratiche religiose Maya dove venivano fatte offerte alla divinità, ma anche come gigantesche tombe per i righelli defunti, loro partner, vittime sacrificali e beni preziosi. Piramidi furono ampliati anche periodicamente affinché i loro interni, quando venivano scavati, a volte rivelano una serie di completa ma diminuendo piramidi, spesso ancora con la loro originale decorazione di stucco colorato. Inoltre, singoli santuari potrebbero essere amalgamate in un singolo gigante complesso nel corso del tempo come governanti Maya ha tentato di impressionare loro sudditi e lasciare un segno indelebile del loro regno. Un buon esempio di questo sviluppo può essere visto presso il Nord dell'Acropoli di Tikal.
Tempio di Palenque delle iscrizioni, costruito c. 700 CE, è un esempio di modello di una struttura del tempio Maya. Una singola scala ripida scala diversi livelli per raggiungere una piattaforma superiore sormontata da un'unica struttura con diverse camere. La piramide è ricca di significato simbolico con nove livelli superficiali che rappresentano i nove livelli di Xibalba, inferi Maya e un passaggio segreto 13-livello scendendo verso la tomba del re Pakal negli interni che rappresentano i 13 livelli dei cieli Maya. In contrasto con questo approccio standard, la piramide del mago ad Uxmal (dopo 600 CE) si distingue per i suoi angoli arrotondati che lo rendono quasi ovale in forma quando visto dall'alto, rendendo unica la piramide in architettura Maya. Un altro due caratteristiche comuni di Maya delle piramidi sono un smusso o gola profonda orizzontale in giro ogni piattaforma e inserto angoli arrotondati. L'effetto complessivo di questi enormi monumenti è di una montagna, una caratteristica del paesaggio che la Maya ha tenuto come sacro.

Palazzi

Le più grandi costruzioni Maya utilizzate come palazzi e centri amministrativi, come i templi, molto spesso hanno sezioni con mensole del tetto - che è pietre piatte erano accatastate uno su altro, leggermente sovra-lappatura modo che formarono una stretta abbastanza gap che poteva essere attraversato con un singolo capstone. Ulteriore supporto a queste volte instabile è stato dato dall'aggiunta di traversine in legno. Questa tecnica è stata ulteriormente raffinata a Palenque dove centrale parete di corridoi falso paralleli potrebbe sostenere strutture di pettine il tetto esterno che ha presentato un effetto di traliccio in pietra. L'uso dei tetti mensolone può essere visto anche in sezioni interne sepoltura di alcune piramidi, in particolare la tomba di Pakal Kink profonda all'interno del Tempio delle iscrizioni a Palenque. Un'ulteriore innovazione per aumentare l'integrità strutturale del tetto si trova a Uxmal e soprattutto nell'edificio quadrilatero Nunnery (pre-1000 CE), che ha pietre a forma di stivale in sue volte.
Il monastero complesso a Uxmal è anche un buon promemoria che residenze reali Maya troppo avevano funzioni religiose e sono state progettate, come le piramidi di tempio, per rappresentare visivamente la vista di Maya del cosmo. L'edificio nord del convento ha 13 porte - i livelli dei cieli, l'edificio sud ha 9 - i livelli di Xibalba, e l'edificio ovest ha 7 - il numero mistico di Maya della terra.
Gli edifici più grandi Maya potrebbero avere colonnati (o, più comunemente, moli) e torri. Il migliore esempio è il Palazzo di Palenque con la sua unica torre di tre piani. Porte sono spesso tipo multiple e delle poste e architrave in pietra o legno (solitamente sapodilla). Essi possono anche presenti bassorilievi dei governanti; esempi particolarmente belle si trovano a Yaxchilan. In alternativa, porte potrebbero essere intagliati per rappresentare, ad esempio, la bocca di un mostro feroce, come struttura 22 a Copan e la piramide del mago ad Uxmal. Questi portali rappresentato le bocche di grotte sacre, tradizionalmente considerato portali verso un altro mondo. Infine, oltre a sale, zona notte, cucina aree e laboratori, alcuni palazzi, come a Palenque, anche avevano caratteristiche di lusso quali gabinetti e bagni di vapore.

Campi da gioco

Usato per giocare la partita della Mesoamerica che coinvolte due squadre di giocatori di far rimbalzare una palla di gomma attraverso un singolo anello senza l'uso delle mani o piedi, il più splendido campo di Maya Classic si trova a Copan. Costruito nel c. 800 CE suoi lati inclinati elegante telaio perfettamente la vista delle colline in lontananza. Il campo a Uxmal è insolito in quanto i lati sono verticali e un esempio a Tikal ha un'unica triple-Corte. La partita potrebbe avere un significato religioso con perdenti essere sacrificate agli dèi e l'orientamento della Corte è, quindi, in genere posizionato tra il Nord e il sud - la celeste e sottomondi rispettivamente - e parte integrante del complesso sacro della città.

Eredità

Architettura Maya sarebbe, quindi, passare il testimone architettonico dal Mesoamerica più anziane al culture successive come la civiltà tolteca e Aztechi, soprattutto presso i centri di noti di Xochicalco, Chichen Itza, Mitlae Tenochtitlan. Influenza Maya si estendeva anche nel XX secolo CE quando tale notato architetti come Frank Lloyd Wright e Robert Stacy-Judd includessero elementi di architettura Maya nelle loro costruzioni.
[ Indice ▲ ]
[ 3 ]

Fantasmi nel mondo antico

Origine e storia
da Joshua J. Mark

Al popolo del mondo antico, non c'era dubbio che l'anima di un essere umano sopravvissuto morte corporale. Qualunque cosa visualizzazioni personali di un individuo sono state su questo argomento, culturalmente cui sono cresciuti con la consapevolezza che i morti hanno vissuti su in un'altra forma che ha ancora richiesto un qualche tipo di sostentamento, in una vita ultraterrena che in gran parte è stata dettata da diversi fattori: il tipo di vita che avevano vissuto sulla terra, come i loro resti sono stati smaltiti alla loro morte, o come essi sono stati ricordati dal vivo. I dettagli dell'aldilà nelle diverse culture varie, ma le costanti erano che tale Regno ha esistito, che era governato da leggi immutabili, e che le anime dei morti sarebbero rimasti lì a meno che dato licenza dagli dèi per tornare alla terra dei viventi per qualche motivo specifico. Questi motivi potrebbero includere riti funebri improprio, mancanza di qualsiasi tipo di sepoltura, morte per annegamento dove il corpo non è stato recuperato, omicidio in cui il corpo è stato mai trovato (e quindi mai adeguatamente sepolto), o per risolvere alcuni affari in sospeso o fornire un vero resoconto degli eventi che circondano la loro morte, come quando uno è stato assassinato e necessaria della morte vendicato e l'assassino ha portato alla giustizia, al fine di riposare in pace.
L'aspetto dei fantasmi dei defunti, anche quelli dei propri cari, raramente è stato considerato un'esperienza di benvenuto. I morti sono stati supposti per rimanere nella propria terra e non si aspettava di attraversare al mondo dei viventi. Quando si è verificato un evento del genere, era un segno sicuro che c'era qualcosa di terribilmente sbagliato, e coloro che hanno sperimentato un incontro spirituale dovevano prendersi cura del problema in modo che il fantasma di tornare al suo posto. Questa comprensione era così prevalente che storie di fantasmi può essere trovato, con temi molto simili, nelle antiche culture della Mesopotamia, Egitto, Grecia, Roma, Cina, e India , nonché le regioni della Mesoamerica e il Celtic terre di Irlanda e Scozia. I fantasmi sono raffigurati anche nella Bibbia in gran parte allo stesso modo come erano nelle opere romane precedenti. Quanto segue non è affatto un trattamento completo del soggetto. Molti libri sono stati scritti sulla credenza nei fantasmi in ognuna delle culture che sono menzionate e i tanti che non sono. Lo scopo di questo articolo è semplicemente per fornire ai lettori i concetti di base di vita dopo la morte e la credenza nei fantasmi nel mondo antico.

Fantasmi In Mesopotamia

I fantasmi possono essere persone sulla terra a destra una sorta di male.
Nella cultura mesopotamica, morte era l'atto finale della vita da cui non c'era nessun ritorno. La terra dei morti era conosciuta con molti nomi; fra loro era il Irkalla, il Regno sotto la terra conosciuta come la "terra di non ritorno", dove le anime dei morti venne ad abitare in un buio tetro, alimentati via lo sporco, e sorseggiato da pozzanghere di fango (anche se c'erano altre visioni dell'aldilà, come quella espressa nell'opera Gilgamesh, Enkidu e gli inferi). Questa esistenza è stata la conclusione finale per tutti i viventi, non importa come grande o povera una vita avevano vissuto e fu governata dalla Regina oscura Ereshkigal. Nessuna anima è stata consentita di lasciare Irkalla per nessun motivo, nemmeno una dea, come esemplificato nel poema La discesa di Inanna, in cui persino la regina del cielo (e sorella di Ereshkigal), Inanna, deve trovare un sostituto per prendere il suo posto una volta lei ascende al mondo dei viventi. Speciale dispensa, tuttavia, è stata data alle anime che avevano bisogno di completare una sorta di missione. Fantasmi potrebbero apparire alla gente sulla terra, se si è pensato che avevano bisogno di una sorta di sbagliato a destra.
Queste apparenze solitamente si sono manifestano in una sorta di malattia tra i viventi. Lo studioso Robert D. Biggs scrive, "i parenti morti – soprattutto morto – potrebbe anche difficoltà viventi, in particolare se gli obblighi della famiglia per la fornitura di offerte per i morti sono stati trascurati. Particolarmente probabile ritorno a guai i vivi erano i fantasmi delle persone che morti per cause innaturali o che non erano correttamente sepolto - ad esempio, morte per annegamento o morte sul campo di battaglia"(4). I medici della Mesopotamia, noto come Asu e Asipu, impiegati incantesimi che sarebbero placare i fantasmi ma, prima che potesse iniziare tale trattamento, il medico potrebbe chiedere al paziente di onestamente confessare eventuali peccati che avrebbe potuto chiamare il fantasma indietro dagli inferi. Malattia in Mesopotamia è stata considerata una manifestazione esteriore di qualche peccato che è stato punito dagli dèi o dagli spiriti dei defunti e sempre è stata presupposta per essere la colpa di quello che era malato, fino a quando non si era dimostrato il contrario.
Al momento della morte, un'entità spirituale conosciuta come è stato creato un Gidim, che mantenuto l'identità personale del defunto e viaggiato verso la terra dei morti. E ' stato questo Gidim che sarebbe tornare a perseguitare i vivi se giusta attenzione non era stato pagato alla sepoltura e riti funebri o se ci fosse stato qualche atto illecito coinvolti nella morte di una persona. Iscrizioni rendere chiaro, tuttavia, che a volte il Gidim potrebbe maliziosamente scivolare fuori Irkalla per visite a terra, dove sarebbe molestano i vivi per nessuna buona ragione. Questi spiriti sarebbero stati puniti dal Dio del sole Shamash avendo loro offerte funerarie prese da loro e assegnato a Gidim che ha avuto nessuno con cui li ricordo sulla terra e così nessuno di fornire loro le offerte per la loro esistenza. Anche se ci sono record dei cari ritorno dall'aldilà con avvisi o consigli, la maggior parte dei fantasmi della Mesopotamia furono ospiti sgraditi che erano stati mandati indietro al loro regno attraverso l'uso di ciondoli, amuleti, preghiere o esorcismo.

Egiziani fantasmi

I vivi che sono stati molestati dal fantasma avrebbe dovuto perorare la loro causa direttamente allo spirito restituito nella speranza di una risposta ragionevole.
Nell'antico Egitto, il ritorno di un fantasma è stato anche considerato una questione molto seria. Per gli egiziani, non-esistenza era un concetto intollerabile, e si credeva che, alla morte, l'anima ha viaggiato alla sala della verità, dove è stato giudicato da Osiride e 42 giudici avendo il suo cuore ha pesato in equilibrio con la piuma bianca della verità; Se il cuore è stato trovato più la piuma leggero, l'anima procedette verso l'aldilà, mentre se fosse più pesante, è stato gettato per il piano dove è stato mangiato da un mostro e l'anima cesserebbe di esistere. Il cuore sarebbe più leggero se uno aveva vissuto una vita buona e più pesante se uno non aveva. L'aldilà era conosciuto come il campo di canne, che era un'immagine speculare della vita sulla terra in Egitto. Uno sarebbe godere la casa uno ha saputo, il flusso di quella casa, di uno albero preferito e cane, e quindi non c'era alcun motivo per un'anima a voler tornare sulla terra, a meno che quell'anima aveva una buona ragione per farlo.
Nel periodo precedente dell'Egitto, l'anima è stata considerata un'unica entità conosciuta come il Khu, l'aspetto immortale di un individuo ma, in tempi successivi, l'anima è stato pensato per essere costituito da cinque componenti diversi. Due di questi componenti, il Ba e Ka (spirito e personalità), si sono riuniti dopo la morte sotto forma Akh, ed era questa entità che sarebbe tornato come un fantasma. Se corretto riti non erano stati osservati nella sepoltura, o qualche peccato fosse stato commesso dal vivo prima o dopo la morte della persona, l'Akh è stato dato dispensa dagli dèi per ritornare sulla terra per riparare il torto. I vivi che sono stati molestati dal fantasma avrebbero dovuto perorare la loro causa direttamente allo spirito restituito nella speranza di una risposta ragionevole e, se fosse inefficace, avrebbero bisogno di avere un sacerdote intervenire e giudicare tra i vivi e i morti. Un esempio di questo sarebbe come, quando sventura cadeva un vedovo, è stato in primo luogo attribuito a qualche "peccato" aveva nascosto da sua moglie che lei, ora tutto-sapente nel campo di Canneto, stava punendo per lui. In una lettera da un vedovo a sua moglie morta, trovata in una tomba del nuovo Regno, l'uomo supplica con lo spirito della moglie di lasciarlo da solo come è innocente di qualsiasi cattivo operato:
Malvagio che cosa ho fatto per te che avrei dovuto venire a questo passaggio di male? Che cosa ho fatto per te? Ma quello che tu hai fatto per me è quello di avere misero le mani su di me anche se non avevo niente malvagio a te. Dal momento in cui ho vissuto con te come tuo marito fino a oggi, che cosa ho fatto a te che devo nascondere? Quando tu ammalarsi della malattia che avevi, ho causato un maestro-medico essere recuperato... Ho trascorso otto mesi senza mangiare e bere come un uomo. Ho pianto eccessivamente insieme con la mia famiglia di fronte al mio street-storico. Ho dato bende per avvolgere te e non lasciato alcun beneficio disfatto che doveva essere eseguita per te. Ed ora, ecco, ho trascorso solo tre anni senza entrare in una casa, anche se non è giusto che uno come me dovrebbe avere per farlo. Questo ho fatto per causa tua. Ma ecco, tu non sai bene da bad (Nardo, 32).
Se correttamente sepolto con riti adeguati e continuamente ricordato, gli spiriti dei morti potrebbero essere di grande beneficio per i vivi e vegliare su di loro per tutta la vita. C'era una differenza significativa, tuttavia, nella comprensione egiziana di uno «spirito» che risiedeva pacificamente nel campo di canne e un "fantasma" che è tornato a terra.

Fantasmi in Grecia e Roma

Fantasmi a Roma antica sono stati capiti ad apparire in un certo modo prevedibile e, solitamente, in certi momenti della notte.
Nell'antica Grecia, l'aldilà è composta da tre regni distinti. Quando uno è morto, si troverebbe una moneta in bocca per pagare Caronte il traghettatore di prendere l'anima attraverso il fiume Stige. Questa moneta non era "pagamento", esattamente come un segno di rispetto tra l'anima e la divinità - maggiore del valore della moneta, la sede migliore l'anima ottenuto nella barca di Caronte. Una volta che l'anima era su altro lato, uno sarebbe passare per il cane a tre teste Cerberus e poi davanti i tre giudici per dare un resoconto della vita uno aveva vissuto. Quando la storia era stato detto e come i giudici conferiti, uno sarebbe stata data una tazza di acqua dal fiume Lete, le acque della dimenticanza e vorrei dimenticare la ex vita sulla terra. I giudici assegnerà quindi l'anima una posizione: se tu fossi stato un guerriero che morì in battaglia, si è andato a campi Elisi che erano un paradiso; Se tu fossi stato una brava persona, si è andato alla pianura di asfodelo, anche piacevole; Se tu fossi stato una persona cattiva, poi sei andato all'oscurità del tartaro dove l'anima rimase fino a quando esso aveva espiato i peccati della propria vita. Nessuna anima è stato "condannato all'eterna dannazione". L'anima nel tartaro poteva diventare elevato per la pianura di asfodelo in tempo. Come le culture della Mesopotamia e dell'Egitto, anime non si aspettava di tornare sulla terra per qualsiasi motivo, ma a volte hanno fatto ancora. Questo stesso paradigma di base è stato adottato dalla cultura romana che ha tenuto una molto più profonda credenza nei fantasmi dei greci.
Nella commedia Mostellaria (The Haunted House), il Plauto racconta la storia di come un ricco mercante ateniese denominato Theopropides va via per affari e lascia il funzionamento della sua casa a suo figlio, Tranione. Tranione vede assenza del suo padre come un'opportunità per godere appieno la vita invece di provare a se stesso amministratori responsabili e prende in prestito una grossa somma di denaro per comprare la libertà di una schiava che ama. Trascorre poi ancor più soldi per lanciare una grande festa per i suoi amici a casa di suo padre. Tutto sta andando bene per Tranione fino al suo schiavo, banchettanti, gli dice che ha appena ottenuto la parola che Theopropides è inaspettatamente ritorno dal suo viaggio e sarà presto a casa. Tranione va in panico, non sapendo cosa fare con i suoi ospiti o come vi spiegherà sua spese enormi, ma banchettanti assicura lui tutto andrà bene. Si blocca Tranione e i suoi ospiti in casa e incontra Theopropides fuori, dicendogli che non può entrare perché la casa è stata trovata per essere ossessionato. Dice Theopropides che è apparso un fantasma a Tranione in un sogno, nel cuore della notte, mentre erano ancora accese le torce e lo ha informato che è stato assassinato in casa molto tempo fa da un suo malvagio padrone di casa che ha ucciso per il suo oro. Banchettanti ulteriormente dice che il cadavere dell'uomo assassinato è ancora nascosto in casa, ed è pericoloso per chiunque di entrare. Theopropides crede che la storia senza domanda e dispera di dove vivrà in questo momento. Un usuraio allora rivela, esigente pagamento del prestito Tranione tirò fuori a comprare la schiava e banchettanti spiega che questo è stato fatto per acquistare la casa accanto, poiché la vecchia casa dei Theopropides ora è inabitabile. Anche quando Theopropides va accanto e parla con Simo, il proprietario della casa, che nega che l'ha venduto a Tranione, Theopropides presenta ancora alcun segno di mettere in dubbio la storia di fantasmi.
La sepoltura impropria dei morti è stata considerata il principale motivo per il ritorno di uno spirito dall'aldilà.
Fantasmi a Roma antica sono stati capiti ad apparire in un certo modo prevedibile e, solitamente, in certi momenti della notte. Lo storico D. Felton ha notato che un pubblico che hanno goduto Mostellaria avrebbe trovato storia di fantasmi impreciso di banchettanti esilarante perché si allontanarono da ciò che la gente sapesse la verità di un inquietante sarebbe: il fantasma di un uomo assassinato apparirebbe in una stanza illuminata da una torcia (dato che i fantasmi non potevano essere visto senza un qualche tipo di luce) ma non appare in sogno a meno che egli era un amico o una persona cara. Fantasmi che è apparso nei sogni sono stati considerati un genere completamente differente di spirito di un fantasma "restless" che aveva sofferto una morte prematura o ingiusta e non era stato sepolto con i riti corretto. Nella sua fretta di mettere insieme una storia per il padrone di casa, banchettanti confonde due tipi distinti di storia di fantasmi e, Felton osserva, il pubblico antico avrebbe trovato questa confusione divertente.
Una partenza interessante da questo paradigma è la storia della fanciulla Philinnion come detto da Phlegon di Tralles (II secolo D.C.) e più tardi da Proclo (v secolo D.C.), in cui Philinnion è sposata con uno dei generali di Alessandro Magno, Cratero e muore dopo sei mesi di matrimonio. Lei è tornata alla vita e visite un giovane di nome Machates ogni notte nella sua stanza a casa dei suoi genitori. Quando venne scoperta dai suoi genitori, spiega che lei è stata rilasciata dagli inferi per uno scopo specifico e quindi muore una seconda volta. Lo storico Kelly E. Shannon, tra gli altri, ha sottolineato le lunghezze che phlegon va per autenticare la sua storia, presentandolo come un primo conto di persona sotto forma di una lettera concernente un evento storico che è accaduto in un luogo specifico (Anfipoli) ad una certa ora (durante il Regno di Filippo II di Macedonia) pur essendo attento a non essere così specifico che un lettore al corrente con la storia di quel luogo e tempo avrebbe motivo di dubitarne. Shannon scrive:
Che cosa può un lettore ragionevolmente credere? Romana letteratura è pieno di creature strane e inspiegabili, oggetti e occorrenze, da centauri alle apparizioni spettrali ai eruptions vulcanici. E questi non si limitano al mondo del mito. Conti del mondo naturale spesso si concentrano su fenomeni che possono sembrare stravaganti o impossibile: autori come Plinio il vecchio presentare come vere cose che un pubblico moderno razionale troverebbe difficile o addirittura impossibile a prendere sul serio (1).
Questo fenomeno fa riferimento a Shannon era noto ai Romani come mirabilia (prodigi o miracoli) e incluso ne bestie, spirito-donne incredibilmente alte, visioni da dèi e fantasmi. Tra i più famosi di tali mirabilia è il racconto di Plinio il giovane (61-115 CE) che racconta la storia del filosofo Atenodoro che viene ad Atene e sente di una casa infestata che sta andando a buon mercato perché tutti paura del fantasma che infesta esso. Atenodoro affitta la casa, e che la notte, sente il tintinnio delle catene e si sveglia per trovare un uomo nella sua stanza che movimenti che egli dovrebbe salire e venire con lui. Atenodoro segue il fantasma in un punto nel cortile della casa dove lo spirito svanisce improvvisamente. Il giorno successivo Atenodoro ha il magistrato della città scavare il posto dove si trovano i resti di un uomo intrecciate con catene. Il corpo è sepolto con tutti i riti corretta, e la casa non è infestata. Questa storia è tipica di un "inquietante" in cui uno spirito sembra di chiedere un risarcimento per un torto. La sepoltura impropria dei morti - o mancanza di qualsiasi grave - è stata considerata il principale motivo per il ritorno di uno spirito dall'aldilà anche sopra il desiderio di uno spirito di avere loro morte vendicato.
La possibilità di un ritorno di spirito per chiedere una persona cara per vendicare la sua morte è illustrata in un racconto narrato da Apuleio, in cui un uomo di nome Trasillo cade nell'amore con la moglie del suo amico Tlepolemo e omicidi lui caccia. Spirito di Tlepolemo appare alla moglie in un sogno, lei racconta come morì e le chiede di vendicarlo. Trasillo ha chiesto se egli può corteggiarla, ma lei ha negato la sua tuta perché lei è ancora in lutto. Lei dice ora, tuttavia, che egli può trovarla quella notte. Lei gli offre il vino che è drogato e, una volta cade in uno stato di torpore, lei lo acceca con il suo perno di capelli, affermando che la morte è troppo facile una punizione per quello che ha fatto, e ora egli deve vagare attraverso la vita senza vedere il mondo. Lei poi corre alla tomba del marito, racconta la storia della sua morte e si uccide con la sua spada. Trasillo ha egli stesso rinchiuso nella tomba dei Tlepolemo e si muore di fame.
Questi, poi, erano i due modi principali, compreso un pubblico antico fantasmi a manifestarsi (anche se non erano l'unica modalità di manifestazione), o nei sogni o nelle apparenze fisiche e di solito hanno a che fare con alcuni problema che circonda la loro morte e questo stesso paradigma è osservato in altre culture.

Fantasmi in Cina e India

Durante il Festival di Ghost, persone lasciare fuori cibo e doni per i defunti nella speranza che essi rimarranno nel proprio regno e non guai vivente.
Nella cultura cinese, lo spirito di una persona che aveva annegato, è morto da solo, morì in battaglia o ha sofferto di qualche altra morte dove sono andati insepolto sembrerebbe corporeo e potrebbe essere visto solo durante la notte di luce della torcia. Lo spirito di un antenato che desideravano riguardano alcune informazioni o dare un avvertimento apparirebbe in un sogno. I fantasmi sono stati considerati una realtà dal filosofo cinese Mo Ti (470-391 A.C.) che ha sostenuto a favore di accettare la relazione del fantasma del ministro Tu Po ritorno dall'aldilà e assassinare Xuan, il re di Zhou. Ha motivato che quando la gente dice di come una certa macchina opera con cui uno non è a conoscenza, o come certe persone si comportano o parlano in una terra che non sono mai stati a, uno deve accettare ciò che dire se la loro relazione sembra credibile e se, se stessi, sembrano testimoni affidabili. Seguendo questa linea di ragionamento, quindi, si dovrebbe accettare ciò che viene detto sui fantasmi, se chi dice uno di loro può essere attendibile in quello che hanno detto altre cose nella vita uno può verificare se stessi. Come antichi resoconti storici, come pure i rapporti contemporanei del suo tempo, conteneva riferimenti a fantasmi, essi dovrebbe essere accettati come una realtà allo stesso modo uno riconosciuto storia stabilita e rapporti di notizie del giorno, anche se uno non ha sperimentato un fantasma se stessi.
La credenza cinese nei fantasmi fu fortemente influenzata dalla loro pratica di culto degli antenati e la credenza che i defunti hanno continuato a esercitare una forte influenza sulla vita delle persone. Come in altre culture accennate, gli spiriti dei morti potrebbero beneficiare i vivi a meno che non ci fosse stato scorrettezza nella sepoltura o riti funebri o morti erano stato dato dispensa dal cielo per tornare a raddrizzare un torto. Il Festival di fantasma, che ha provenuto a onorare e a placare i morti, continua che si terrà il quindicesimo giorno del settimo mese dell'anno. Conosciuto come il "mese di Ghost", questa volta è pensata per essere quando il velo tra il Regno dei vivi e quello dei morti è più sottile e possono facilmente attraversare le morti oltre (simile al concetto celtico di Samhain e il festival di mesoamericana conosciuta come il giorno dei morti). Durante il Festival di Ghost, persone lasciare fuori cibo e regali per i morti per placare e loro onore nella speranza che essi rimarranno nel proprio regno e non guai vivente.
L'aldilà cinese è stato pensato come un viaggio in cui l'anima ha dovuto attraversare un ponte sopra una voragine dove e ' stato giudicato. Se l'anima è stato trovato degno, ha continuato, in pausa in un padiglione di guardare indietro sulla terra dei viventi uno l'ultima volta e poi hanno bevuto una tazza di un infuso chiamato zuppa di Mengpo che ha causato a dimenticare la vita ex interamente. La cultura di fantasma della Cina diverge a questo punto su cosa succede all'anima; secondo alcune opere, l'anima va in paradiso, mentre, secondo altri, si è reincarnato. Se l'anima è trovato indegno come si attraversa il ponte verso l'aldilà, si scivola giù nell'inferno dove rimane. In entrambi i casi, l'anima non si aspettava di tornare nella terra dei viventi e, se uno ha fatto, e non era un antenato apparendo in sogno con un avviso o consigli, era che certa una sorta di forza del male è stato coinvolto.
Questo è esemplificato nella storia di Ning Caicheng e Nie Xiaoqian dal libro dello scrittore Pu Songling storie di 1680 CE. La storia è pensata per essere molto più vecchio rispetto al XVII secolo e racconta la storia della visita di Ning in un tempio dove viene visitato dal fantasma della fanciulla Nie. Lei cerca di sedurlo, ma lui resiste a causa della sua fede in comportamenti virtuosi. Due altri viaggiatori che vengono a soggiornare presso il tempio sono trovati morto la mattina successiva con fori trafitto le suole dei loro piedi e il loro sangue drenato. Nie arriva al rispetto della virtù di Ning nell'opporre le sue avances e gli dice che e ' morta nel tempio quando lei aveva solo 18 anni e passò sotto il controllo di un demone di mostro che hanno abitato la terra dove fu sepolta. Questo mostro richiesto per sedurre viaggiatori e prosciugare il loro sangue che nutriva quindi a lui. Ning scava in su resti di Nie e li porta a casa con lui dove egli ri-li seppellisce vicino a casa sua e riversa una libagione sulla sua tomba come segno di rispetto e onore. Dopo aver eseguito i riti funerari appropriati per la ragazza, egli si rivolge a lasciare la sua tomba, ma lei grida a lui, e scopre che lei è stata restituita alla vita a causa della sua condotta virtuosa e i suoi sforzi in seppellendo correttamente. Ning e Nie quindi sposare e, come va la storia, vivere felici e contenti con i loro figli.
Storie di fantasmi cinesi spesso trasportare una morale sulla falsariga della leggenda di Ning e Nie e sottolineare comportamenti virtuosi e gentilezza verso gli altri. Confucius egli stesso crede nell'efficacia della storia fantasma perché sentiva le lezioni apprese da incontri soprannaturali potrebbe instillare buone virtù nella vita. Ha sentito che questo era vero anche degli incontri con i cosiddetti fantasmi affamati, che erano spiriti cui parenti avevano dimenticato i loro doveri di rispetto e di ricordo o spiriti di coloro che erano state assassinate, ma cui assassini non erano stati assicurati alla giustizia. Fantasmi affamati erano probabilmente di aver ricevuto la dispensa speciale dagli dèi per tormentare i vivi fino a quando non hanno ricevuto il loro dovuto. Il fantasma affamato potrebbe tormentare la mente del vivente o abitano la casa e si comportano sulla falsariga del poltergeist familiare.
Anche questo era vero in India dove i fantasmi dei defunti erano visti come una sorta di fantasmi affamati. In India antica (e moderna) fantasmi erano conosciuti come Bhoots e apparso come esseri umani, ma con i piedi all'indietro che potrebbero cambiare il loro aspetto senza avviso. I piedi sono pensati per apparire invertiti per simboleggiare che qualcosa è andato storto, che lo spirito è in uno stato innaturale. Bhoots si materializzano quando la persona muore prima del loro tempo ordinato sulla terra. Poiché non erano in grado di godere la pienezza della loro vita, tornano a terra nella speranza di possedere il corpo di qualche persona vivente. Possesso di fantasma, compreso lo spirito ri-animare il proprio cadavere, era una grande preoccupazione in India antica, e alcuni studiosi sostengono che questo ha portato alla pratica della cremazione dei morti. Se un corpo venivano cremato, lo spirito non poteva ritorno a ri-animare e la combustione di alcune spezie, insieme con l'uso di amuleti e preghiere, potrebbe proteggere i vivi dallo spirito prendendo possesso di loro dopo che trovato esso non potrebbe ri-abitare il suo cadavere.
Ci sono storie che coinvolgono le regioni infestate, case e anche le città dove i fantasmi sono stati presenti per molti secoli.
Poiché questi spiriti sono morti prima che il tempo loro concesso, sono molto infelice e solitamente arrabbiato. I fantasmi sono stati pensati per causare più problemi quando si sono manifestati fisicamente ma, come in altre culture, sono stati considerati utili quando apparvero nei sogni e potrebbe essere riconosciuti come lo spirito di qualcuno il sognatore aveva conosciuto, soprattutto un parente. Un bhoot particolarmente pericoloso era conosciuto come il churail, che era lo spirito di una donna che era morta di parto. Questo fantasma è stato pensato per essere incontrato in incroci e le intersezioni e renderebbe anticipi di amicizia ai vivi. Se la persona vivente era una donna, il churail avrebbe cercato di rubare i suoi figli o tenta di possedere il suo corpo e, se un uomo, cercherà di sedurre e poi ucciderlo. Una volta che il bhoot aveva vissuto fuori suo tempo assegnato sulla terra, anche il churail, sarebbe lasciare e ri-entrare nel flusso della reincarnazione. La credenza indiana in un aldilà che coinvolgono la trasmigrazione delle anime dettato che l'anima del defunto è stato giudicato secondo suoi atti mentre nel corpo e si muoverà verso l'alto o verso il basso una gerarchia spirituale nella prossima incarnazione. Sembrerebbe, tuttavia, che non ogni anima proseguì, poiché ci sono storie che coinvolgono infestata regioni, case e anche le città dove i fantasmi sono stati presenti per molti secoli.
Il più famoso di questi siti è Sabrina710 Fort nel Rajasthan che è una città abbandonata pensato per essere abitata da fantasmi. La città è stata costruita sotto l' Impero di Mughal nel 1573 CE e, come vuole la leggenda, era prospera finché maledetto da un eremita solitario che abitava nelle vicinanze. In una versione della storia, questo eremita era un uomo saggio che ha dato la sua benedizione alla costruzione della città a condizione che nessuna delle case è aumentato tanto in alto quanto a gettare un'ombra sulla sua casa in collina e quindi bloccare il suo sole. Costruttori originali della città rispettato la sua richiesta ma, più tardi, fu dimenticata e aggiunte sono state fatte al palazzo che gettare l'ombra sulla casa dell'eremita. Maledì la città ei suoi abitanti per la loro mancanza di considerazione e, in una sola notte, tutti i piani superiori degli edifici sono stati distrutti e la gente che è sopravvissuto quindi deserta Sabrina710 Fort e costruito una nuova città di Sabrina710 nelle vicinanze.
L'altra versione della storia coinvolge la bella principessa Ratnavi e il malvagio stregone Baba Balnath. Il mago era nell'amore con la principessa ma sapevo che non sarebbe ritornata mai i suoi sentimenti. Ha inventato una pozione di amore che attrarrebbe potentemente la principessa a lui e travestito da profumo, che allora aveva presentato un giorno nel mercato. Ratnavi sospetta la bottiglia tenuto qualcosa di diverso da profumo e lo versò su un masso nelle vicinanze che, a causa di poteri magici di pozione, ha disegnato il masso direttamente verso la procedura guidata e lo schiacciò. Mentre stava morendo, Baba Balnath maledetto Ratnavi e l'intera città e giurato che nessuno dovrebbe mai rivivere tra le sue mura. Come l'altra versione della storia, la città fu poi abbandonata in una sola notte dopo una catastrofe e, fedele alla sua maledizione, era mai più abitata dai vivi. I morti, tuttavia, si ritiene ancora risiedere presso Fort Sabrina710 e ci sono rapporti al giorno d'oggi da persone che affermano di sentire voci spettrali, disincarnata risate dalla vecchia piscina di balneazione, orme, che dicono anche che hanno visto luci in movimento in città e hanno persino visto lo spirito della principessa Ratnavi se stessa.

Mesoamericana fantasmi

Nel sistema di credenze Maya , lingering fantasmi come quelle ha detto di abitare Sabrina710 furono intollerabile e doveva essere tenuto a bada attraverso ciondoli e amuleti o guidato indietro agli inferi attraverso l'intercessione di un Daykeeper (sciamano). L'idea di Maya dell'aldilà era simile alla visualizzazione di Mesopotamian che la malavita era un luogo oscuro e terribile, ma il Maya ha avuto la visione ulteriormente: negli inferi Maya (noto come Xibalba o Metnal) c'erano numerose signori dei morti che potrebbero ingannare l'anima del defunto, come ha cercato la sua strada verso il paradiso. Una volta l'anima scese in questo mondo sotterraneo, è stato un viaggio da cui non c'era più tornare indietro. Fantasmi, come con le altre culture accennata, non erano dovrebbe tornare al regno terreno. Lo spirito avrebbe lasciato il corpo ed essere condotto attraverso una grande distesa di acqua da un cane di spirito che avrebbe poi aiutare l'anima a navigare attraverso i viaggi e le trappole dei signori di Xibalba, raggiungere l'albero della vita che l'anima, quindi abbiamo dovuto salire fino a Paradiso.
Come i Maya, gli Aztechi tenuto che l'aldilà era un luogo cupo di non ritorno.
Spiriti che è tornato, quindi, sono stati considerati innaturali, a meno che, come con altre culture, è apparso nei sogni ed erano riconoscibili come amici o membri della famiglia (anche se anche questo non era sempre il caso). I Maya preferito credere che i morti che non erano a riposo perfetto potrebbero tornare sotto forma di piante che erano sia benefico o dovrebbe essere evitato. Il miglior esempio di questa credenza è la leggenda di Xtabay che racconta la storia di due belle donne, Xkeban e Utz-Colel. Xkeban è stato trattato male dalla gente rispettabile della città perché lei era impegnato nel sesso illecito con un uomo fuori dal matrimonio, ma lei era amata da classi inferiori a causa della sua bontà di cuore e la sua gentilezza a tutti. Utz-Colel fu molto apprezzato dalle classi superiori perché è venuta da una buona famiglia e osservato tutto il galateo sociale, ma lei era il cuore duro e crudele e curato da nessuno, ma se stessa.
Un giorno, una strana e inebriante profumo riempito il villaggio e, quando la povera gente seguito alla sua fonte, sono venuti alla capanna di Xkeban e trovata morta all'interno da qualche causa sconosciuta. Il delizioso profumo emanava dal suo corpo. L'hanno seppellita e, il giorno successivo, trovato belle fiori selvatici in crescita in tutta la sua tomba che ha trasportato lo stesso profumo che avevano sperimentato il giorno prima. Poco dopo, Utz-Colel morto ma, dal suo corpo rosa un odore terribile. La gente rispettabile del villaggio seppellita con una grande cerimonia come una donna buona e nobile e piantato molti fiori ma, il giorno successivo, i fiori avevano si abbassarono e morì. Dalla sua tomba poi crebbe il fiore conosciuto come Tzacam che non ha profumo mentre, dalla tomba di Xkeban, è cresciuto il fiore di Xtabentún che sente l'odore dolce e le anime delle due donne è diventato infuso con i loro rispettivi fiori.
Quando Utz-Colel scoperto che lei era un fiore spinoso senza profumo, lei era gelosa di Xkeban e credeva che peccato di Xkeban di amore fisico in qualche modo lei aveva portato tale prosperità. Entrò nella lega con gli spiriti oscuri di Xibalba per riportarla indietro alla vita in modo che lei potrebbe ora avere sesso con chi ha il piacere ed essere come Beato come Xkeban. Utz-Colel non ha capito, tuttavia, che atto di Xkeban era stato motivato dall'amore, mentre Utz-Colel è stata motivata dall'ambizione. Lei è stata restituita alla terra come Xtabay, il fiore che cresce dal cactus Tzacam ma a volte assume una forma umana e rimane in attesa per i viaggiatori al crocevia. Se un uomo presta attenzione a lei, lei seduce e poi lo uccide mentre, se il viaggiatore è una donna, lei punisce lei di che affliggono la sua pace.
Gli Aztechi hanno una simile entità nelle loro credenze che è in realtà più vicina alla churails dell'India. Lo spirito di Aztec è conosciuto come un Ciuteoteo ed è il fantasma di una donna morta di parto. Questi spiriti anche perseguitato crocevia ma ignorato maschi viaggiatori; hanno aspettato per le donne con i bambini e poi ha colpito le donne giù e ha rubato i loro bambini. Inoltre sono state pensate per essere in grado di scivolare nelle case di notte per rapire i bambini ci. Amuleti e fascino sono stati appesi da porte e finestre per scongiurare la Ciuteoteo. Nel sistema di credenze azteche, fantasmi sono stati anche ospiti indesiderati che solo portarono cattive notizie o servito come presagi di sventura. Come i Maya, gli Aztechi ha ritenuto che l'aldilà era un luogo cupo di non ritorno e così, quando uno spirito, che ha fatto tornare nella sala da pranzo, era una chiara indicazione che qualcosa fosse andato storto o presto sarebbe.
Come con la tribù di Tarasco, gli Aztechi credevano che cani potevano vedere e proteggerebbero uno contro i fantasmi, ed entrambi i gruppi seppellivano i loro morti con i cani che sono stati pensati per poi servire l'anima nell'aldilà come entrambi una guida attraverso il mondo sotterraneo e come protettore contro i fantasmi. Taraschi erano profondamente turbati dalla paura di fantasmi e così ha sviluppato il concetto del cane spirito. Si pensava che i fantasmi erano gli spiriti di coloro che erano stati impropriamente sepolti, che era morto da solo a caccia e non furono mai trovati, o che aveva annegato. Questi spiriti sarebbero tornare a perseguitare i vivi fino a quando i loro corpi sono stati trovati e correttamente sepolto con le cerimonie. Il problema, naturalmente, era che i corpi non potrebbero essere trovati. In questi casi, i Taraschi ha ritenuto che un cane spirito sarebbe trovare il corpo e portano via l'anima nell'aldilà, affinché esso non avrebbe problemi vivente.
I morti sono stati celebrati in culture mesoamericane invece di essere addolorato e questo ha dato luogo all'evento oggi noto come il giorno dei morti (El Dia de los Muertos). La Comunità si raduna in questo giorno per ricordare coloro che hanno superato verso l'altro lato e per celebrare le loro vite. Originariamente, gli Aztechi onorato la dea degli inferi, Mictecacihuatl, durante questo festival e poi onorato le anime dei bambini che erano morti e poi gli adulti che avevano superato verso l'altro lato. Utilizzato il festival che avrà luogo durante il tempo del raccolto di mais (fine luglio ad agosto), ma dopo la spagnola conquista è spostato a novembre in coincidenza con tutti i Santi della Chiesa cattolica.

Celtici fantasmi

Questo spostamento nella stagione del giorno dei morti in Mesoamerica avvenne a causa della politica della Chiesa cattolica di "Cristianizzazione" precedentemente esistenti feste pagane. Una celebrazione simile osservato nel nord Europa in Irlanda, Scozia, e Galles è noto come Samhain (pronunciato sou-quando o scrofa-quando). I pagani di queste regioni ha visto vita come ciclica, non lineare, e l'anno ruotava come una ruota. Samhain era la fine di un ciclo e l'inizio di quella successiva e si pensava che, in questo momento, il velo tra i vivi e i morti è cresciuto sottile e morti potrebbero camminare di nuovo in vita. Questo ha avuto luogo a fine ottobre/inizio novembre e tradizionalmente è considerato inizia al tramonto del 31 ottobre e andare fino al 2 novembre (anche se alcuni hanno osservato la celebrazione per una settimana entro il 31 ottobre per una settimana dopo). Anche se molte fonti di giorno moderno su internet e alcuni popolari show televisivi del reclamo di Stati Uniti che Samhain era il dio celtico dei morti e che persone avrebbe sacrificato a lui il 31 ottobre, questo non è così. C' non era un dio celtico dei morti conosciuto mai come Sam Hain. "Samhain" significa semplicemente "fine dell'estate" in lingua celtica.
Durante Samhain bovini macellati, e le ossa sono state bruciate in "fuochi delle ossa", oggi conosciuti come falò.
I morti sono stati pensati per camminare liberamente attraverso il mondo in questo periodo e persone sarebbe preparare pasti che loro amici defunti e parenti gustati mentre vivo. Samhain era una celebrazione importante quando il raccolto è stato portato, bovini sono stati macellati e salati per l'inverno e le ossa sono state bruciate, una pratica che ha dato luogo all'osso fuochi, che oggi sono conosciuti come falò. Il lato più oscuro di Samhain, tuttavia, era che i morti che erano irrequieti (come fantasmi affamati della Cina) erano inoltre liberi di vagare, e così persone avviata la pratica di indossare maschere, così essi non vengono riconosciuti da uno spirito che può desiderare un danno. Questa usanza è poi evoluto nella celebrazione di moderno-giorno di Halloween. L' Impero Romano aveva conquistato gran parte della regione dei Celti dal primo secolo D.C. e, quando il cristianesimo divenne la religione ufficiale dell'Impero nel IV secolo D.C., la Chiesa incorporata molte feste pagane in loro calendario. Poiché Samhain era un popolare festival, è stato portato in chiesa come Allhallows o Hallowmas, che è diventato giorno di tutta l'anima e quindi di tutti i santi giorni quando i credenti pregavano per le anime dei morti nel Purgatorio. Come con i Samhain in Europa, così è stato con il giorno dei morti in Messico; le feste pagane è diventato giorni delle osservanze cristiane.

Conclusione

Anche se la convinzione che i morti potrebbero tornare sulla terra in giorno di tutta l'anima hanno persistito, cambiato come la visione cristiana dell'aldilà è diventato sempre più popolare e fantasmi è venuto per essere collegati con i demoni e il diavolo. Fantasmi sono menzionati nella Bibbia in passaggi come Matteo 14:25-27, Mark 06:48-50 e Luca 24:37:39. Tra i più famosi passaggi riguardanti un fantasma è quella da I Samuel 28: 7-20 in cui re Saul va alla strega di Endor e le chiede di evocare il fantasma di Samuel, suo ex consigliere e un profeta di Dio. In seguito, Saul è tagliato fuori dal favore di Dio per aver scelto di consultare uno spirito su quello che dovrebbe fare invece di confidare in Dio per il suo futuro. Fantasmi e spiriti soprattutto d'evocazione, è venuto per essere visto in una luce negativa, mentre il cristianesimo ha guadagnato più aderenti. Il passaggio a Mark 6 inoltre è stato interpretato come una rappresentazione negativa di fantasmi, in quanto i discepoli pensano che Gesù sia un fantasma quando vedono che cammina sull'acqua. I fantasmi non potevano camminare sull'acqua, solo gli dei e coloro che erano divini, e così quando i discepoli errore Gesù per un fantasma, è pensato per mostrare la loro durezza di cuore a ricevere il messaggio di salvezza di Gesù. Lo studioso Jason Robert Pettini ha notato come lo scrittore di Mark sapeva che il suo pubblico avrebbe riconosciuto il simbolismo dello spirito. Egli scrive:
Dèi e uomini divini cammino sull'acqua; i fantasmi non lo fanno. Ma quando i discepoli vedono Gesù che cammina sulle acque, credono che l'impossibile, piuttosto che l'ovvio. Inserimento di Mark di questa assurdità, "perché essi, vedendolo camminare sul mare hanno pensato che era un fantasma" (06:49), enfatizza in modo drammatico misconstrual dei discepoli della messianicità di Gesù (358).
L'autore del marchio fa continuamente il punto che i discepoli non è riuscito a cogliere chi era Gesù e ciò che la sua missione era circa. Suo uso dello spirito all'inizio del suo libro avrebbe reso questo punto chiaramente ad un pubblico antico che avrebbe riconosciuto che un fantasma non può camminare sull'acqua e che, ulteriormente, l'acqua era spesso impiegata per scacciare i fantasmi. Il libro biblico di giovanni 4:1 Stati che uno dovrebbe testare tutti gli spiriti per vedere se sono da Dio e non credere che ogni spirito è quello che sembrano essere. Questo passaggio, accoppiato con la convinzione espressa nel passaggio da Mark e samuele e altri, ha incoraggiato un anche ulteriore visione negativa dei fantasmi che la gente aveva precedentemente. Anche se i fantasmi erano stato sempre considerati sgradito e innaturale, essi ora sono stati collegati con il demoniaco ed erano visti come agenti del diavolo. Persone sono stati incoraggiati a rifiutare la realtà dei fantasmi quando, alla morte, l'anima della persona è andato a cielo, inferno o Purgatorio e non fece ritorno alla terra. Se uno ha visto un fantasma, quindi, si dovrebbe supporre che fosse un inganno del demonio per intrappolare l'anima all'inferno in causando loro dubitare l'ordine divino di Dio. Questo atteggiamento verso i fantasmi viene sfruttato per scopi drammatici in Shakespeare di Amleto, quando il principe Amleto dubita che il fantasma ha visto è in realtà suo padre tornò dai morti e dice, "lo spirito che io ho visto/può essere un diavolo e il diavolo ha potere e per assumere una forma piacevole, sì e forse/fuori la mia debolezza e la mia malinconia/come egli è molto potente con tali spiriti/abusi me per Accidenti a me" (II.ii.610-615). Questo punto di vista dei fantasmi completamente modificato la comprensione antica che fantasmi erano le anime di coloro che erano morti e, dato che erano del diavolo, fede in loro è stato scoraggiato.
Nel tempo, una crescente fiducia in modo più "scientifico" di guardare il mondo e un laico ha completato l'opera iniziata dai fantasmi Chiesa e relegati al Regno della superstizione e finzione. A giudicare dal numero di siti Web e libri dedicati al tema, ci sono molti in tempi moderni che sono interessati al tema dei fantasmi ma, generalmente parlando, la credenza non è incoraggiata culturalmente; precisamente la situazione inversa di come fantasmi sono stati visti nel mondo antico. Il giornalista John Keel, che ha studiato molti cosiddetti eventi paranormali ed è meglio conosciuto per il suo libro The Mothman Prophecies, una volta ha scritto che non esiste una tale cosa come il "paranormale" o "supernatural". Dopo aver citato una serie di strani eventi che persone hanno sperimentato nel corso della storia, chiglia osservato che ciò che le persone in tempi moderni chiamano "paranormale" o "supernatural" eventi sono in realtà normali e naturali gli aspetti della vita sulla terra. Il mondo di spiriti, fantasmi e anime che appaiono da un aldilà, secondo Keel, può essere tanto di una realtà di oggi come lo era per la gente del mondo antico; la gente di motivo non accettano più i fantasmi come parte della vita è semplicemente perché un mondo che opera in questo modo non è più riconosciuto come valido. Un nuovo paradigma di come funzionava il mondo rosa con il cristianesimo e quindi l'accettazione di una visione laica dell'universo e fantasmi sono stati ulteriormente le distanze dal Regno dei viventi fino a, infine, hanno perso la loro potenza effettiva ed è diventato l'alimento base di racconti e leggende.
[ Indice ▲ ]
[ 4 ]

Copan

Origine e storia
da Mark Cartwright

Copán (in Honduras moderne) si trova sulla pianura alluvionale del fiume dello stesso nome. E ' stato il più meridionale dei centri Classic Maya e, ad un'altitudine di 600 metri, il più alto. Copán raggiunge l'apice del suo potere nel VIII secolo CE quando si vantavano di 20.000 abitanti. Una piattaforma artificiale, costruita ad un'altezza di oltre 30 metri, forma una principale 12 ettari Acropoli con piattaforme minore diffusione per formare una massa imponente di recinti di tribunali monumentale e piramidi. Un zona residenziale d'elite e le abitazioni più modeste circondato il centro sacro affinché Copán una volta coperti circa 250 ettari.

Cenni storici

Un insediamento agricolo da già nel 1000 A.C., Copán è emersa come un centro importante nel primo periodo classico (250-550 D.C.), quasi certamente con influenza da Teotihuacan. I governanti di Copán essi stessi ha sostenuto la propria dinastia fu fondata nel 331 CE, ma non c'è alcuna registrazione dei nomi di questi primi regnanti. Il tradizionale denominato fondatore di Copán è stato effettivamente inich Yax k Mo' (' grande sole Quetzal-Ara '), che regnò dal 426 CE CE c. 437 e che probabilmente non era se stesso da Copán, ma un'altra Maya città, forse Tikal. K'inich Yax k Mo' è stato il primo di una linea di 16 governanti, ed egli è accreditato con fare Copán un importante centro, la cui ricchezza è stata basata su regionale conquista e il controllo del lucroso commercio locale in ossidiana e giada.
Il tradizionale fondatore di Copán Maya era inich Yax k Mo'.
Re fumo Imix (il righello 12, Regno 628-695 CE) è stato un altro sovrano di Copán che ha sorvegliato un periodo di grande prosperità nel VII secolo CE. Il righello conosciuto come King 18 coniglio o Waxaklahun Ubah K'awiil (Regno 695-738 CE) abbassarli nuovamente Copán nel VIII secolo CE. Era l'ultimo righello ben documentato Yax Pasaj Chan Yopaat, la cui madre era da Palenque e il cui Regno terminò nel 820 CE. Anche se successivamente diminuito Copán, esistono numerosi segni di distruzione e vi sono che alcune prove (seppur controverso) che i governanti d'eliti di Copán sopravvissero al crollo generale di Maya, che si è verificato tra c. 760 e CE c. 910 e continua la loro regola fino al 1000 CE.
Copán ha partecipato in coppia con il rivale locale Quirigua nel corso dei secoli. Anche se Copán fondata Quirigua, Re 18 coniglio notoriamente fu catturato e decapitato da Chan Yopaat di Quirigua nel 738 CE, possibilmente mentre una campagna per vittime sacrificali. Copán recuperato da questo colpo e persino ampliato l'Acropoli, ma nel più a lungo termine Quirigua guadagnato in risalto, e Copán godrebbe mai più il potere e la prosperità goduto durante la Mo di Yax k ' dinastie.

Architettura

Insolitamente pochi edifici a Copán, costruito utilizzando tufo locale, andesite e blocchi di calcare cementati con fango e affrontato con lo stucco, includono diverse strutture piramidali , un gioco della palla e la scalinata geroglifica, tutti disposti lungo un asse nord-sud. Molte delle strutture sono stati deliberatamente collocati per sfruttare i vantaggi delle specifiche viste sulle vallate circostanti, in particolare il gioco della palla con i suoi marcatori Ara pietra. Il fiume Copán ha spazzato via una fetta consistente del lato est del sito principale, soprattutto la grande scalinata, ma abbastanza resti del sito per indicare la sua una volta grande prosperità.
La scalinata geroglifica è una vasta serie di 63 passaggi che danno accesso alla Corte principale e cuore di Copán cerimoniale che risale al sesto secolo CE. La scalinata fu costruita nella prima metà del VIII secolo CE ed è ricca di rilievo sia completamente rotondo scultura, una caratteristica di Copán. Il suo nome deriva dai 2.500 glifi che adornano. Questi narrano la storia della dinastia tardo classica, e costituisce uno dei testi Maya più lunga sopravvivenza. I passaggi sono interrotte da cinque righelli Copán e prigionieri, mentre nella parte superiore della scala c'era il Santuario a Mo di Yax k '.
I re del VIII secolo CE di Copán costruito tombe riccamente decorato di stucchi che sono stati poi deliberatamente coperto nella loro interezza da piramidi meno ornati, a volte più volte. Un esempio è l'edificio più grande e il monumento funebre di primo struttura 16, una piramide di livello nove all'interno della quale sono due edifici di tomba conosciuti come Rosalila e Margarita. Tempio 16 è stata ulteriormente scavata nel 1996-7 CE e all'interno è stato scoperto la struttura più in anticipo nella piramide, un tempio di piccola piattaforma in stile Teotihuacan, all'interno della quale era una tomba di un maschio di 50 anni di età. Come è ormai noto che il Tempio 16 fosse dedicato al culto di Yax K'uk 'Mo', i resti sono considerati del grande sovrano stesso. L'analisi isotopica dei denti suggerisce che l'uomo è venuto da vicino Tikal. La vicina tomba di Margarita, il più ricco a Copán, è ora considerata che della vedova di Yax K'uk 'Mo'.
Un altro importante edificio a Copán è il tempio rettangolare 22 con il suo ingresso ha fatto un passo breve. Ha facciate maschera su tutti e quattro i lati e le date di prima 780 CE. Il portale è incorniciato da una serpente gigante-maschera affinché il portale sembra essere il bocca aperta della creatura con zanne sui lati e davanzale. Questa è una tecnica comune di Maya per riprodurre gli ingressi alle grotte sacre e in particolare può rappresentare l'ingresso di montagna sacra agli inferi Xibalba di Maya mitologiaMaya. Le cornici erano inoltre decorate con mais dèi. Altro importante edificio è struttura 22a che fu costruita come un popol na o casa del Consiglio, dove i nobili consigliato il re e che ha un pesce sulla sua facciata, forse il simbolo di un'importante famiglia nobile.

Arte & ceramica

Copán arte è ben rappresentata da 14 altari, alcuni dei quali commemorano unità del calendario Maya, e oltre 60 riccamente intagliato stele raffigurante Copán righelli (soprattutto re 18 coniglio). Molte delle successive stele levarsi in piedi sopra una piccola volta cruciforme che conteneva offerte votive e alcune stele sono stati collocati per creare linee di vista collegati al solare date importanti durante l'anno agricolo. Altri esempi di scultura tridimensionale di Copán artisti includono un Dio scriba scimmia alta mezzo metro e un busto in pietra del giovane Dio mais dal Tempio 22.
Da c. 800 CE Copán ha anche prodotto un proprio stile distintivo di ceramica che è stato esportato e anche imitato, in particolare nel western El Salvador. Lo stile, conosciuto come ceramica Copador, è distinto per la sua superficie lucida (dalla presenza di ematite nei pigmenti) e umani stilizzati e figure di uccelli. Altri reperti comprendono il 'Dazzler', una scatola con cerniera a tre zampe che raffigura un righello di Copán e Tempio. La nave è colorata, e l'argilla è venuto dal lontano Messico centrale. Altare Q ha figure in rilievo di 16 righelli di Copán, compreso Yax k Mo' (indossare gli occhiali di un Dio di guerra di Teotihuacan) consegnare lo scettro del potere a Yax Pasaj Chan Yopaat, che ha commissionato l'altare nel 776 CE. Infine, ci sono vari oggetti relazionati con il tlachtli che indica un'influenza da Veracruz.
[ Indice ▲ ]
[ 5 ]

Cioccolato

Origine e storia
da Mark Cartwright

Cioccolato è stato uno dei cibi più desiderati della Mesoamerica e veniva consumato dalle civiltà degli Olmechi, Mayae Aztechi , tra altri. Suo consumo si diffusa anche attraverso rotte commerciali verso altre parti delle Americhe tra cui il Chaco nel moderno New Mexico. Il primo uso conosciuto di cioccolato era dalla Olmec intorno 1900 A.C. e, apprezzato come bevanda, è stato bevuto da speciali barattoli rotondi, noti come tecomates. I Maya usavano bicchieri alti cilindro per bevanda al cioccolato, e questi hanno avuti molto spesso il testo sul cerchio che indica la loro destinazione d'uso. Gli Aztechi inoltre avevano riccamente decorato alti tazze specificamente riservati per bevande al cioccolato. Può essere che tali pescherecci cospicui sono stati progettati per impressionare gli spettatori che il bevitore ha avuto i mezzi e lo stato di godere di una bevanda pregiata.
Cioccolato è fatto dai chicchi di baccelli di cacao dall'albero del cacao Theobroma (effettivamente originaria dell'America del Sud) che prima veniva coltivato in frutteti nei pressi delle coste del Pacifico e del Golfo dell'America centrale, soprattutto nella regione del Xoconusco e le valli del Sarstún, Polochic e fiumi di Motagua (moderna Guatemala e Belize), dove l'albero cresce nel clima caldo e umido. C'erano, infatti, quattro varietà di fave di cacao o cacahuatl, come gli Aztechi li conosceva e la corruzione di questa parola o il loro termine per la bevanda al cioccolato - xocolatl - è probabilmente l'origine della parola al cioccolato.
Così stimato fu cioccolato che i fagioli erano un comunemente scambiati item, molto spesso richiesto come tributo da tribù di soggetto e usato anche come una forma di valuta dagli Aztechi. In effetti, fave di cacao erano così prezioso che erano anche contraffatto o passare come valuta o, anche più diabolicamente, scavate loro interni preziosi e ri-riempita con un sostituto come la sabbia. Come valuta, sappiamo che nei mercati Aztec un chicco di cacao potrebbe acquistare un singolo pomodoro, 30 fagioli sei un coniglio e, per il cliente più ambizioso, una Turchia potrebbe essere avuto per 200 fagioli.
'... the drink dei nobili, dei governanti - finemente macinati, morbido, schiumoso, rossastro, amaro.' Sahagún
Come un'importazione costosa quindi, cioccolato era bevuto principalmente dalle classi superiori e consumato dopo i pasti, in genere accompagnati dal fumo di tabacco. Esso può stato apprezzato mescolato con pappa di mais dalle classi più povere in occasione di eventi importanti come matrimoni, ma alcuni studiosi sostengono che la bevanda al cioccolato pura è stato un simbolo di status esclusivo della nobiltà. Curiosamente, anche potrebbe essere dato alle vittime sacrificali favorite come un trattamento finale prima che partiva da questo mondo, per esempio, presso gli Aztechi annuali festival di Panquetzaliztli tenuto in onore di Huitzilopochtli.
Per preparare il cioccolato, chicchi di cacao erano fermentati, curate e arrostiti. Poi i fagioli sono stati macinati in polvere e miscelato con acqua calda, come il cioccolato era consumato solitamente (ma non sempre) come una bevanda calda spumoso, la schiuma fatta vigorosamente sbattere il liquido con un attrezzo in legno e versando il liquido da un recipiente ad un altro. Infatti, la schiuma è stata considerata la parte migliore della bevanda. Amaro q.b., poteva essere aromatizzato aggiungendo, ad esempio, mais, vaniglia, fiori, peperoni del Cile terra, erbe, miele o linfa di agave fermentato (octli). A parte il sapore, un altro vantaggio del cioccolato è che contiene anche caffeina e così può agire come stimolante.
Bernardino de Sahagún ha scritto una vivida testimonianza di come il cioccolato è stato preparato dagli Aztechi e come dire un drink di buona qualità da uno inferiore:
Il venditore di cioccolato [è] colui che macina, che fornisce alle persone con drink, con colazioni. Lei Macina cacao [chicchi]; Lei schiaccia, rompe, polverizza loro. Lei sceglie, seleziona, li separa. Si inzuppa, assorbe, disposizioni loro. Aggiunge acqua con parsimonia, conservativamente; aera esso, filtra, ceppi e, versa avanti e indietro, aera Lei rende a formare una testa, rende a schiuma; lei rimuove la testa, rende a formare una testa, rende schiuma... Lei vende potabile superior, buono, [cioccolato]: il privilegio, la bevanda dei nobili, dei governanti - macinati finemente, morbidi, schiumosi, rossastri, Amari; [con] acqua di Cile, con fiori, con uei caxtolli, con teonacaztli, con vaniglia, con mecaxochitl, con miele di api selvatiche, con polvere di fiori aromatici. [Cioccolato inferiore ha] farina di mais e acqua; acqua di calce; [è] pallido; scoppiano le bolle [schiuma]. (Townsend, 178)
[ Indice ▲ ]
[ 6 ]

Sepoltura

Origine e storia
da Joshua J. Mark

Sepoltura dei morti è l'atto di mettere il cadavere di una persona morta in una tomba costruita per tale scopo o in una tomba scavata nella terra. Nelle culture come Mesopotamia, tombe e tombe sono state scavate nel terreno nell'aspettativa che l'anima dell'individuo così seppellito sarebbe raggiungere più facilmente l'aldilà che era probabilmente esistono sottoterra. Graves nelle culture del mondo antico erano solitamente contrassegnato da una pietra recanti somiglianza e il nome della persona o di una tomba elaborata come (le piramidi d'Egitto ) o le tombe a tholos della Greciao megalitiche Dolmen, tombe di passaggio e cairns di pietra come quelli trovati in Scozia e Irlanda.
Qualunque tipo di tomba, o tomba fu costruito, tuttavia, è stata sottolineata l'importanza della corretta sepoltura dei morti di tutte le antiche culture e i riti che accompagnano la sepoltura erano tra i più elaborati e significativo in molte culture antiche. Sepoltura dei morti nel terreno è stata ricondotta oltre 100.000 anni di civiltà , come dimostra la tomba di Qafzeh in Israele, una tomba di gruppo di 15 persone, seppellito in una grotta insieme a loro strumenti e altri elementi rituali. Il più in anticipo di tomba scoperti finora in Europa è quella della signora rosso del Galles che è 29.000 anni.

Pratiche di sepoltura in Mesopotamia

Sepoltura in Mesopotamia ha cominciato c. 5000 A.C. antichi Sumeri dove cibo e strumenti sono stati sepolti con i morti. Secondo lo storico Will Durant, "i Sumeri credevano in un aldilà. Ma come i greci hanno immaginato l'altro mondo come dimora scura delle ombre miserabile, a cui tutti i morti disceso indiscriminatamente"e che la terra dei morti era sotto la terra (128). Per questo motivo, sembra, tombe sono state costruite nel terreno per fornire il defunto con l'accesso più facile al mondo nether.
Tutta la Mesopotamia coloro che non erano royalty sono stati sepolti sotto la casa di famiglia o accanto ad essa, affinché la tomba potrebbe essere mantenuta regolarmente. Se una persona non è stato sepolto correttamente potrebbe ritornano come un fantasma per perseguitare i vivi. Questo ossessionante potrebbe prendere la forma familiare da popolare storie di fantasmi o film dove uno spirito disincarnato causa problemi in casa o, più seriamente, come una forma di possesso in cui lo spirito ha sottoscritto l'individuo attraverso l'orecchio e wreaked havoc sulla propria vita personale e la salute.
Cremazione era comune in tutta Mesopotamia a causa della scarsità di legno ma, anche se il combustibile per il fuoco fosse stata disponibile, i mesopotamici credevano che il luogo adatto per le anime dei morti fosse nel mondo nether della dea Ereshkigal e non nel Regno degli dèi. Se uno venivano cremato, si pensava, anima ascese cielo-ward verso la casa dei e, come un'anima umana, non sarebbe a casa lì. Era molto più adatto per di uno anima a scendere negli inferi con altre anime umane. Regione della Mesopotamia, che è venuto essere conosciuto come Babilonia si credeva che i morti "è andato ad un regno oscuro e ombroso entro le viscere della terra, e nessuno di loro ha visto la luce ancora una volta" (Durant, 240). In Babilonia a volte venivano sepolti i morti, anche se, come Durant osserva:
Alcuni venivano cremati e i loro resti sono stati conservati in urne. Il cadavere non è stato imbalsamato, ma professionale lutto lavato e profumato, rivestito di presentably, dipinto le sue guance, scurito le sue palpebre, mettere gli anelli su sue dita e dotato di un cambio di biancheria. (240)
Questo processo di sepoltura sarà sviluppato ulteriormente dagli egiziani.

Sepoltura in Egitto

In Egitto, i morti venivano sepolti sottoterra e, notoriamente, nelle piramidi di come quelle di Giza. Durant scrive:
Le piramidi erano tombe, discendenti lineally dai più primitivi di tumuli funerari. Apparentemente il Faraone ha creduto, come qualsiasi uomo comune tra il suo popolo, che ogni corpo vivente era abitata da un [Spirito] che hanno bisogno di non morire con il respiro... La piramide, di sua altezza, la sua forma e la sua posizione, ha cercato la stabilità come mezzo di immortalità. (148)
Per il più "comune" degli egiziani, tuttavia, una tomba nella terra è stata l'ultima dimora abituale. Sarebbe stato sepolto il defunto con corredi funerari e altrettante usciabti bambole come una famiglia poteva permettersi di aiutare con le faccende nell'aldilà. Pratiche di sepoltura in Egitto esteso agli animali domestici di uno ed Erodoto ha registrato come, in una casa egiziana che ha perso un gatto, la famiglia sarebbe radersi le sopracciglia e osservare un periodo di lutto alla pari con la morte di un essere umano. I gatti sono stati mummificati come erano cani e altri animali domestici (ad esempio, babbuini, gazzelle, uccelli, pesci) e rituali osservate al loro passaggio.
Per gli egiziani comuni e di canoni, sacri incantesimi dal lavoro conosciuto come Il libro egiziano dei morti sono stati recitati al fine di orientare l'anima verso la sala della verità e il giudizio del grande Dio Osiris. Osiris peserebbe quindi il cuore del defunto contro la piuma bianca di Maat (verità e armonia) e, se il cuore è stato trovato più la piuma leggero, uno è stato dato il passaggio verso il campo di canne, il paradiso egiziano che era un'immagine di specchio eterna della vita sulla terra. Se il cuore è stato trovato per essere più pesante della piuma di Maat, tuttavia, è stato gettato a terra dove è stato mangiato da Dio Raffaele (noto anche come Amut) e l'anima dell'individuo quindi cessò di esistere. Nell'antico Egitto, inesistenza era la punizione peggiore che si possa immaginare.
La tradizione egiziana dai reali di creare grandi monumenti e tombe inscritto con le loro azioni è stata osservata per assicurarsi che il sovrano non sarebbe stato dimenticato dai vivi e così avrebbe continuato ad esistere sulla terra anche dopo la morte. Per cancellare la memoria sulla terra era di cancellare di uno immortalità e questo Tuthmoses III, che vandalizzato lo statuario pubblico della Regina Hatshepsut, lasciato quei monumenti a lei, che erano fuori intatta agli occhi del pubblico. Egli può avere voluto scoraggiare altre donne da seguendo l'esempio di Hatshepsut in futuro ma non ha voluto condannarla alla non esistenza, rimuovendo ogni traccia del suo nome e le azioni.

Rituali di sepoltura in Grecia

Antica Grecia anche impiegato sepoltura sotto la terra e, come sottolineato in precedenza da Durant, ha continuato la tradizione della post-vita esistente sotto la terra. Gli antichi greci (magari seguendo una tradizione egiziana) fatto in modo di fornire i loro morti con pietre accuratamente scolpite per ricordare i vivi che i defunti erano e cosa onori erano ancora dovuti loro. Ricordo dei morti era un dovere civico e religioso molto importante, non semplicemente una preoccupazione personale ed è stata dettata secondo il concetto di eusebia che, anche se spesso tradotta in inglese come 'pietà', era molto più vicina al 'dovere civico' o 'obbligo sociale'.
Eusebia dettato come uno deve interagire con i social superiori, come i giovani trattati loro anziani, come maestri interagito con schiavi e come mariti trattato le loro mogli. È stato esteso, anche se elevato al concetto di housia (santità) a di uno rapporto con la divinità. Diversi greco città-stati osservati i propri riti di sepoltura particolari ma l'unico aspetto che tutti avevano in comune era il costante ricordo dei morti e, soprattutto, i loro nomi.
Figli sono stati nominati per il loro padre padre e figlie per di loro madre al fine di preservare la memoria di quell'individuo (per fare un esempio, figlio di Aristotele, Nichomachus, è stato nominato per il padre di Aristotele). Se sepolto in una tomba elaborata o in una semplice tomba, i greci mantenuto che i morti devono essere continuamente ricordati e rispettati in ordine per le loro anime continuare ad esistere nell'aldilà.

Rituali di sepoltura Maya

I Maya hanno visto la vita dopo la morte come un lugubre mondo irto di pericolo e tenebre e loro riti di sepoltura centrati sul dirigere l'anima nella strada giusta verso la libertà dagli inferi. I morti sono stati sepolti con mais disposto nella loro bocca come un simbolo della rinascita della loro anima e anche come nutrimento per il viaggio dell'anima attraverso il buio terre di Xibalba, negli inferi, noto anche come Metnal.
Gli organismi sono stati posizionati nelle tombe sotterranee, come in Mesopotamia, per consentire un facile accesso a Xibalba e sono stati stati allineati secondo le indicazioni del paradiso Maya (Nord o ovest). Come il colore rosso è stato associato con la morte, cadaveri furono sepolti con le scaglie del rosso cinabro minerale e quindi erano avvolti in cotone per la sepoltura. L'aldilà Maya era un posto terrificante dei demoni che potrebbe come facilmente danno uno come aiutare uno nel viaggio dell'anima verso il paradiso e forse il cinabro è stato pensato per mascherare l'anima come uno di questi spiriti infernali e così aiutare l'individuo nel loro cammino attraverso l'aldilà.
Tutti coloro che è morto disceso nelle tenebre di Xibalba ad eccezione di quelli che morivano di parto, in battaglia, nel sacrificio, o di suicidio. 'Sacrificio' incluso morte sostenuti durante il gioco del gioco della palla Pok-a-Tok, considerato il gioco degli dèi. Tuttavia uno è morto, i riti di sepoltura sono stati più o meno lo stesso, tranne, naturalmente, per re e nobiltà.

Riti di sepoltura in India

Nell'antica India, come nel corso della storia dell'India, cremazione era pratica usuale nel preoccuparsi per i morti. Durant scrive:
Nei giorni del Buddhaall'esposizione di Zoroastrian del cadavere ai rapaci era il modo usuale di partenza; ma persone di distinzione sono state bruciate, dopo la morte, su una pira, e le ceneri furono sepolte sotto un superiore o stupa – vale a dire, un santuario memoriale. Negli ultimi giorni della cremazione è diventato il privilegio di ogni uomo; ogni notte uno potrebbe vedere fascine riuniti insieme per bruciare i morti. (501)
Anche così, che non era l'unico mezzo attraverso il quale i morti venivano inviati in Regno successiva. Si è anche registrato che gli anziani spesso sceglierebbe di avere loro stessi remato fuori nel bel mezzo del fiume Gange , dove avrebbe poi lanciarsi nell'acqua sacra ed essere spazzati via. Maggior parte delle persone, però, venivano cremati e le ceneri poi sparse nelle acque del Gange, pensato per essere la fonte di tutta la vita.
A seconda di azioni, credenze e del comportamento nella vita, l'anima poi rosa per unirsi con la superanima (Atman) o disceso al piano terrestre in un'altra incarnazione. Secondo la credenza indù , l'anima avrebbe continuato a prendere come molti organi in quanto molte vite come necessario infine liberi uno è di per sé dal ciclo di ri-nascita e morte; una convinzione anche dai giainisti e buddisti.

Abitudini di sepoltura romana

Secondo Durant, "Suicidio sotto determinate condizioni ha trovato sempre più approvazione in Oriente che in Occidente" ma, come in India e con i Maya, i Romani onorato anche coloro che si sono uccisi come credevano che fosse preferibile a vergogna e disonore. La credenza romana nella presenza continua dei propri antenati nella propria vita ha incoraggiato la pratica di prendere la propria vita al fine di evitare la vergogna associandosi a nome della famiglia. Non c'era, di conseguenza, differenza, in pre-Cristiano Roma, nella sepoltura di un suicidio e uno che è morto con altri mezzi.
Le pratiche di sepoltura romane hanno avvenuto sempre di notte al fine di evitare interruzioni delle attività quotidiane della città. Un corteo funebre iniziò nella città e finì fuori le mura al cimitero. Al fine di mantenere il confine tra i vivi e i morti (e anche, senza dubbio, semplicemente per le preoccupazioni di salute) nessuno poteva essere sepolto all'interno della città. Il cadavere fu poi sia bruciato e le ceneri raccolte in un'urna, o sepolto in una tomba.
Così importante era la sepoltura dei morti per i Romani che associazioni di funerale, noti come collegia, erano comuni nei quali membri pagavano le quote mensili per assicurarsi che i loro riti funebri verrebbe eseguiti in conformità con la tradizione e il loro status nella Comunità. Coloro che vennero sepolti senza i rituali corretta potrebbe restituire come fantasmi. A Roma, come in altre civiltà, i fantasmi erano tanto una parte del mondo naturale come qualsiasi altri fenomeni ed erano solitamente temuto (un'eccezione è lo spirito di una persona cara, recapito di un messaggio). Degna sepoltura dei morti con tutti i riti supervisore, quindi, era considerata vitale nel mantenere i morti felicemente al loro posto e il vivere spensierati da spiriti in loro.

Riti di sepoltura cinesi

La pratica cinese di sepoltura, non importa quale epoca o dinastia, è stato condotto con cerimonie rituali e l'inclusione di beni personali nella tomba o tomba del defunto. Gli elementi di particolari seppelliti con i morti è cambiati con le dinastie e il passare del tempo, ma la fede in una vita ultraterrena che era molto molto simile esistenza terrena (simile al concetto egiziano in molti modi) mantenuto che i morti avrebbero bisogno loro oggetti preferiti, come pure le cose di valore, in altro mondo.
Secondo il British Museum, "pratiche di sepoltura cinese avevano due componenti principali: tombe e loro contenuto e le cerimonie per onorare i morti, eseguita nei templi e nelle sale di offerta dai loro parenti." La tomba del primo imperatore della Cina, Qin Shi Huangti, è l'esempio più famoso di cinese pratiche di sepoltura nel mondo antico. Tomba di Shi Huangti è stato progettato per simbolizzare il Regno ha presieduto nella vita e tutto che avrebbe bisogno incluso nel prossimo - tra cui un esercito di terracotta di oltre 8.000 uomini - e i riti osservati al suo funerale erano versioni elaborate di quelle comuni in tutta la Cina.
Nel villaggio neolitico di Banpo, ad esempio, persone sono stati sepolti in tombe singole c. 4500 A.C. insieme ai loro possedimenti e strumenti. Non è noto quali rituali possono hanno accompagnato questi prime sepolture. Più tardi, tuttavia, come propri antenati sono stati considerati un'influenza importante sulla propria vita e la loro esistenza nell'aldilà una certezza, preghiere sono stati offerti sia a coloro che erano andati prima e al principio di armonia divina di aiutare la persona morta nel passaggio da questo mondo alla successiva. Come in Roma, l'Egitto e altre culture, degna sepoltura dei morti era considerato più importante nel permettere che i morti a riposare in pace e prevenire un'infestazione da un fantasma arrabbiato.

Sepoltura in Scozia & Irlanda

Pratiche di sepoltura in Scozia e Irlanda erano notevolmente simili fin dall'inizio in quanto entrambe le culture costruirono cairns, dolmen e tombe di passaggio per ospitare i loro morti. Non è noto quali riti precisi sono stati effettuati ai funerali nell'antica Scozia o Irlanda, perché non c'è nessuna testimonianza scritta del presente procedimento. Sembra quella sepoltura in cairns al almeno 4000 A.C. mentre la sepoltura in tombe diventa più comune c.2000 A.C.. Bare di legno appaiono anche nell'intervallo 2000 A.C. insieme a beni personali seppellito con i morti.
Come tanti cairns furono saccheggiate nel corso dei secoli, qualunque cosa può avere sepolto nella sepoltura è stato realizzato molto tempo fa lontano da loro. Alcuni, tuttavia, come il famoso dolmen di Poulnabrone (Contea di Clare, Irlanda) ancora avuto abbastanza corredi funerari e resti per gli archeologi per essere in grado di identificare positivamente come un importante sito di sepoltura. Il sito neolitico di Clava Cairns (Inverness, Scozia) è un altro esempio di un sito di sepoltura intatto che sembra anche di aver servito scopi astronomici.
Tombe più modeste che tiene i morti in bare o sarcofagi erano più spesso trascurati dai saccheggiatori e così il loro contenuto rimane meglio conservati. In queste culture, come in altri, è prevalso una credenza nella sopravvivenza dell'anima dopo la morte e, mentre i loro riti precisi non sono noti, più probabilmente erano simili a quelle di altre culture e incluso preghiere e suppliche a potenze superiori per gli aiuti nel cammino del defunto. Anche se non c'è nessuna testimonianza scritta di una credenza nella vita dopo la morte da queste culture, il cairns, dolmen e tombe di passaggio si attestano a questa credenza nella loro costruzione e orientamento con indicazioni astrologiche ed eventi.
Con l'avvento del cristianesimo in Irlanda e, quindi, Scozia, i riti di sepoltura è diventato cristianizzati e sono noti attraverso la testimonianza scritta. Anche se Cristo si rivolgeva quindi come l'aumento della potenza che comfort e condurre i defunti verso l'aldilà, si pensa che questa divinità sostituito semplicemente il Dio più vecchio, pagano, che avrebbe in precedenza sono stato consigliato a rituali. Questo stesso processo di 'Cristianizzante' di riti e rituali di sepoltura più anziani ha avuto luogo in tutte le culture dove il cristianesimo si è affermata e, più in particolare, a Roma. Era la città di Roma da cui le tradizioni cattoliche riguardanti sepoltura originato e sviluppato nel doganale più comune che circondano le sepolture di giorno moderno, sia secolari che religiosi, nell'ovest.
[ Indice ▲ ]
[ 7 ]

Chichen Itza

Origine e storia
da Mark Cartwright

Chichen Itza, situato sulla punta settentrionale della penisola dello Yucatan del Messico moderno, era un Maya città che era più successivamente ha significativamente influenzato dalla civiltà tolteca. Fiorente tra c. CE 750 e 1200, il sito è ricco di architettura monumentale e scultura che promuovono temi del militarismo e visualizza le immagini di giaguari, aquile e serpenti piumato. Probabilmente una città capitale, dominando una Confederazione di Stati confinanti, Chichén Itzá è stata una delle grandi città mesoamericane e rimane oggi uno dei più popolari siti turistici in Messico.

Cenni storici

Il nome Chichén Itzá deriva probabilmente da un grande inghiottitoio conosciuto come il Cenote sacro o 'bocca del pozzo degli Itza', in cui i Maya ha gettato le offerte di giada e oroe come la presenza di ossa testimonia, sacrifici umani. La storia remota del sito non è ancora chiara, ma l'insediamento era determinata dal periodo classico (c. 250-900 D.C.). Con il crollo di Teotihuacan, i migranti possono provenire al sito da diverse parti della Mesoamerica, e sembra probabile che c'era il contatto con gli Itza, un gruppo di Maya. Un secondo periodo di costruzione sembra coincidere con influenza dalla civiltà tolteca . Che Chichen Itza era un fiorente centro di commercio con un orificio al Isla Cerritos è testimoniano i ritrovamenti di merci provenienti da altrove in America centrale, ad esempio, turchese da nord, oro dischi da sud e ossidiana dell'istmo di Tehuantepec. La coltivazione del cacao è noto, e la città può hanno controllato le saline lucrative sulla vicina costa settentrionale.
Domina Chichen Itza è l'enorme piramide di Kukulcan, noto anche come il Castillo.
La città è stata tradizionalmente divisa in due parti distinte e periodi, anche se c'è qualche sovrapposizione sia nel tempo e design, e insieme essi coprono circa 16 chilometri quadrati. La prima, nel sud, è nativo Maya risalente al periodo Epiclassico (c. 800-1000 CE) con palazzi che custodiscono il distinto stile architettonico 'Puuc' e geroglifici Maya. Il piano è più diffuso rispetto ad altre parti della città e, costruito su un asse approssimativamente nord-sud, può riflettere il corso della sorgente acqua Xtoloc Cenote.
La seconda parte della città è stata tradizionalmente datata al 1000-1200 D.C. ed è più misteriosa, creando uno dei dibattiti più controversi in Mesoamerican archaeology. Costruito in stile fluorescente e lungo un piano più ordinato, Mostra molti tratti distintivi della civiltà tolteca, studiosi ritengono che essi conquistarono Chichen Itza come hanno ampliato il loro Impero dalla loro capitale Tula oltre 1.000 km di distanza, o c'era una sorta di culturale e commerciale di condivisione tra i due centri. Caratteristiche comuni tra le due città nella scultura architettura e rilievo includono colonne di guerriero, quetzal-piumato serpenti a sonagli, l'abbigliamento dei soggetti, chacmools (sacrificale bacini sotto forma di una persona adagiantesi), atlantides (colonne di sostegno sotto forma di maschi in piedi), la rappresentazione di certi animali, uno tzompantli (cremagliera cranio sacrificale), bruciatori di incenso di Tlaloc (il Dio della pioggia) e nomi personali rappresentati da glifi che sono presenti in entrambi i siti, ma che non sono Maya.
Alternativa alla visualizzazione di due periodi, lo storico Americas George Kubler divide gli edifici di Chichen Itza in tre fasi distinte: prima del 800 CE, da 800 a 1050 CE e 1050-1200 CE. Kubler aggiunge che quest'ultima fase ha visto l'aggiunta di rilievi narrativi ornati di molti degli edifici presso il sito. Inoltre è stato suggerito che a causa di vari stili di architettura pre-quelli che si trovano presso la capitale tolteca di Tula, potrebbe in realtà essere stato Chichen Itza, che ha influenzato i Toltechi, piuttosto che il contrario. Il rapporto esatto tra le due culture deve ancora essere accertato per alcuni, e ci sono sicuramente altri mesoamericana (ma non-tolteca) caratteristiche architettoniche e artistiche a Chichen Itza che sono la prova di un'influenza da altri siti come Xochicalco ed El Tajin.
Chichen Itza cadde in un declino rapido dal 1200 D.C. e Mayapán divenne la nuova capitale. Tuttavia, a differenza di molti altri siti, Chichen Itza mai scomparso dalla memoria, e la città continuò ad essere riverito e stimato come un luogo di ascendenza e pellegrinaggio nel Postclassico periodo e fino alla conquistaspagnola e anche oltre.

Attrazioni architettoniche

Sezione precedente di Chichen Itza Mostra molti tratti di Maya Classic. Il tempio delle tre architravi, per esempio, ha Chahk maschere ad ogni angolo. Altre strutture includono due piccoli templi costruiti su piattaforme rialzate, conosciute come la casa rossa e la casa del cervo e una piramide conosciuto come tomba, denominato dopo la scoperta di una tomba all'interno di esso del sommo sacerdote. C'è anche il VII secolo CE Red House con suo fregio salasso, il convento di suore con le sue sculture del Dio della pioggia Chac e il piccolo tempio noto come il Iglesia. Tutti sono strutture di epoca classica.

Il Caracol

Il Caracol è uno dei più impressionanti monumenti presso il sito. È stato costruito prima dell'800 CE e fu utilizzato come Osservatorio astronomico, soprattutto di Venus, e forse era anche un tempio di Kukulcan nella sua veste come il Dio dei venti. Una grande rampa di scale su due livelli conduce alla struttura della torre circolare che ha windows non allineato con i passaggi dando l'illusione che la Torre si sta trasformando. Il volteggio interno può essere stato progettato per rappresentare una conchiglia (un oggetto associato a Kukulcan), e una scala a chiocciola si accede al secondo piano. Il vault è oltre 10 m di altezza, il più grande tale struttura Maya. La costruzione come si è visto oggi era probabilmente un risultato di rimodellamento per incorporare funzionalità di progettazione di Toltec.

Piramide di Kukulcan

Chichen Itza a dominare è l'enorme piramide di Kukulcan, noto anche come il Castillo (Castello), costruito prima del 1050 CE. La piramide è alta 24 metri, ogni lato è il livello 58-9 metri e ha nove livelli. Su ogni lato della piramide è una scala che conduce a una modesta struttura quadrata singola. Questo edificio vertice ha due camere ed è decorato con pannelli di rilievo di jaguar e scudi rotondi. Ogni scalinata salendo la piramide ha 91steps, tranne il lato nord, che ha 92, e così, l'aggiunta di tutti e quattro insieme, si arriva a un significativo 365. Visto dall'alto, la croce creata da scalinate imposte in cima alla piramide quadrata base ricorda il segno Maya per zero. In certi periodi dell'anno, ad esempio sull'equinozio d'autunno, triangolare dai diversi livelli della piramide sono ombre sui lati della scalinata nord, dando l'illusione di che un gigantesco serpente sta scalando la struttura costruita in onore del dio serpente piumato. Lato nord ha anche teste di serpente di pietra grande per ricordare ulteriormente lo scopo dell'edificio. Utilizzato per le cerimonie religiose, sacrifici umani sarebbero inoltre sono stati fatti sulla terrazza sul tetto. All'interno della piramide fu costruita un'altra piramide a 9 livelli, questo uno con solo una singola scala sul lato nord. Dentro c'erano un chacmool e un trono del giaguaro rosso intarsiato con giada. Questa piramide più piccola veniva probabilmente usata per una reale sepoltura, forse anche del grande tolteca re Topiltzin Quetzalcoatl.

Tempio dei guerrieri

Un'altra struttura enorme a Chichen Itza è il Tempio dei guerrieri, una piramide a tre livelli con le vicine colonnati su due lati creando un tribunale semi-chiuso. Fu costruito nel periodo precoce post-classico, a volte tra 800 e 1050 CE. Il colonnato del guerriero intagliato e donna dono portatore colonne antistanti la piramide avrebbe avuto una volta un tetto. L'edificio nella parte superiore della piramide ha un portale incorniciato con piume-serpenti e due camere; uno conteneva un chacmool e l'altro un trono. La struttura condivide molte caratteristiche comuni con la B Piramide tolteca di Tula. Sepolto all'interno della base del tempio è la struttura di un altro, più vecchio conosciuta come il Tempio di Chac Mool, il con. Le pareti interne del tempio erano decorate con pitture murali con scene di guerrieri con prigionieri, un lago e paglia case, tutte con qualche tentativo effettuato al raggiungimento di prospettiva. Accanto al Tempio dei guerrieri è una piramide più rovinata, conosciuta come il Mercado che ha un 36 - Galleriacolonna davanti ad esso e un piccolo campo da gioco.

Grande campo da gioco

Il grande campo da gioco di Chichen Itza, misura 146 m x 36 m, è il più grande in Mesoamerica. Esso fu costruito tra il 1050 e 1200 CE e anche è insolito in quanto i lati della Corte sono verticale e non inclinato come in più altri tribunali. Piattaforme di Tempio chiudono ogni estremità della Corte. Le parti inferiori delle pareti e l'anello su ogni parete sono decorate con sculture di serpenti. Le dimensioni della Corte sono così grande che è difficile prevedere giochi reali riprodotti qui. Gli anelli, ad esempio, attraverso il quale i giocatori hanno dovuto dirigere la palla di gomma solida, sono posizionati ad un'altezza di 8 m. I rilievi sulle pareti della Corte ci ricordano la funzione rituale di giochi con la palla; ad esempio, c'è una scena raccapricciante di due squadre di sette uomini, rivolto verso l'altro e un capitano della squadra di decapitare il capitano perdente dell'opposizione. È una scena ripetuta su tutti i pannelli di sei sollievo lungo le due panchine del campo rispettivamente.

Tzompantli

Vicino il grande campo da gioco una grande piattaforma assume la forma di un teschio rack o tzompantli, e dispone di una seconda piattaforma, la piattaforma delle aquile, bassorilievi raffiguranti giaguari e aquile mangiare cuori umani. Entrambi sono stati costruiti 1050-1200 D.C., e sono ulteriori indicatori che il sacrificio umano era una parte delle cerimonie religiose a Chichen Itza.
[ Indice ▲ ]
≪≪≪ ◄► ≫≫≫

Fonte: Ancient History Encyclopedia Il contenuto è disponibile sotto licenza Creative Commons CC BY-SA 3.0

CONTENUTI CORRELATI ››


RICERCA PERSONALIZZATA

Ricerca personalizzata

ADD THIS