Origini » Governo di Maya › Religione Maya › Popol Vuh › Pulque » Storia

Personaggi e vicende storiche ››

  1. Governo di Maya
  2. Religione Maya
  3. Popol Vuh
  4. Pulque
  5. Tikal
  6. Uxmal
  7. Parete
  8. Palenque

Antiche origini ›› Suoi personaggi storici e luoghi

≪≪≪ ◄► ≫≫≫
[ 1 ]

Governo di Maya

Origine e storia
da Maria C. Gomez

Antico governo Maya è stata costituita sulla base del fatto che i righelli sono stati pensati per sono stati divini, che per alcuni potrebbe suggerire uno stato unificato. Tuttavia, il consenso tra gli antropologi sostiene che ogni grande Maya città rimase una propria entità indipendenti e sovrani con la propria uniche lotte per il potere politico. Credenza in Dio-come governanti Maya reso anche importante per mantenere la linea di alimentazione della famiglia, che includerebbe occasionalmente un righello di donna.
Le varie città-stato Maya si trovano in quello che è oggi il Messico, Guatemala, El Salvador e Honduras. La civiltà estesa da intorno al 1500 A.C. a circa 1500 CE. Questi anni sono in genere suddivisi in tre periodi; il pre-classico, classico e periodo post-classico. Il pre-classico varia da circa 1500 A.C. a 250 CE, il classico da 250 CE a 900 CE e il periodo post-classico varia da 900 CE CE 1530.
I periodi di solito si distinguono per alcune caratteristiche. Il periodo classico può essere riconosciuto dall'abbondanza di comunità di Maya e il fiorente commercio tra le comunità di Maya e altre comunità di non-Maya. In contrasto con le élite dei periodi precedenti, le élite del periodo classico sono credute per sono stati alfabetizzati e ben informato. Il periodo pre-classico è notevole per la comunità di grande meno. I fondamenti del commercio di tardo periodo classico erano anche in fase di sviluppo in questo momento. Il periodo post-classico è segnato dal declino dei molti il grande e potente città-stato. Molte di queste città-stato sono stati abbandonati e aveva un grave calo nelle loro popolazioni.

Politica dei Maya

Politica Maya non ha cominciato con i re del periodo pre-classico. Gran parte dei sistemi politici nelle comunità Maya iniziò nel periodo pre-classico tardo circa 300 A.C.. I governanti delle varie città-stato Maya sono stati pensati per essere una sorta di ibrido umano-Dio. Gli uomini non erano le uniche persone che potevano governare. Occasionalmente, le donne avrebbero governato quando il re non era ancora maggiorenne, quando un re era lontano in guerra, o se un re è stato disponibile per qualche altro motivo. Secondo Martin, governanti potrebbero affermare il loro status come re o Signore il Ajaw o Ahau (il Signore) giorno. Re avrebbe un'effige di se stessi scolpita su Round del Sacro. Round del sacro era un calendario di 260 giorni che consisteva di 13 mesi di 20 giorni. Ogni giorno del mese è stato rappresentato da un Dio specifico; Ahau giorno era specificamente per rituali regale. Una volta un re aveva raggiunto l'onore di essere il Round del Sacro, la rappresentazione è diventato un effettivo personificazione del re e tempo. Per tutta l'epoca Maya, Maya è rimasto in comunità separata e non ha fatto unire come un Impero. Lo stesso può dirsi per il celebre periodo classico Maya.
Il periodo classico è considerato di aver avuto circa 72 unità politiche principali.
Il periodo classico è considerato da Cioffi-Revilla e lollo hanno avuto circa 72 unità politiche principali. Queste comunità non tutti esistono simultaneamente. I ricercatori ipotizzano che circa 50 stati esistevano insieme ad un certo punto. Figura 72-polity non include le unità più piccole, meno politicamente stratificate, tuttavia. Perché questi Stati sarebbero il commercio con l'altro così come le comunità non-Maya ed erano indipendenti gli uni dagli altri, la civiltà Maya è visto come una civiltà commerciale a livello internazionale.
L'incremento del commercio degli Stati Classic ha contribuito alla politica dei Maya. I ricercatori hanno capito che i Maya ha subito due cicli della politica. I cicli coinvolti un periodo iniziale di aumento e caduta, quindi un tempo cosiddetto "rebound" che era più corta del primo periodo, ma ancora seguito i modelli normali del ciclo ed è andato fino al tardo periodo post-classico Maya. Il primo ciclo coinvolto un lungo periodo di tempo per economico, politico e lo sviluppo della popolazione. Cioffi-Revilla e lollo affermano che mentre il numero di Stati ha fatto cadere alla fine del primo ciclo di crollo intorno 900 CE, la politica non ha fatto svanire completamente.

Economia Maya

L'economia della maggior parte delle Comunità di Maya si intreccia con il quadro sociale dei Maya. Il più ampiamente accettato del quadro sociale per i Maya è il classico sistema a tre livelli. Il sistema consiste di élite, una "classe media" e una "classe inferiore". Le élite in genere erano situate vicino alle tempie nel centro della città e le loro case sono state costruite di pietra. La "classe media", era più lontano di centri urbani, con case fatte di canne e fango. Canne e fango sono essenzialmente il nuovo equivalente di mondo di case con tetto di paglia. La classe, "abbassare" erano in genere anche più lontano di centri urbani e case di canne e fango, nonché. Tuttavia, questo assumere la struttura sociale dei Maya può essere cambiata.
Robert Hamblin, un professore di Southeast Missouri University e Brian L. Pitcher, sociologo e cancelliere presso la Washington State University, hanno trovato la prova per un'ampia varietà di uniformi d'elite che suggerisce che ci possa essere stato specializzazione tra l'economia dell'elite. Poiché la classe media era il produttore di merci principali, è implicito che il élite e la borghesia hanno collaborato strettamente per quanto riguarda la produzione di merci specializzate. La combinazione delle diverse uniformi d'elite sostiene la teoria che il élite e le classi medie hanno lavorato insieme. Mentre non può essere il caso che le élite sono in realtà i produttori di merci, avrebbero potuto essere caporeparti-tipi per alcune industrie.
Mentre c'è molto studio sulle più grandi Maya città, gli studi più recenti in città Maya moderatamente dimensioni è importante per stabilire ciò che la vita potrebbe essere stato come in tutto il Regno di Maya. Le seguenti città sono stati i focus di tre diversi studi che illustrano temi essenziali del governo di Maya.
Studio di Kosakowsky sul Maya classico città di Motul de San José dimostra le mutevoli tendenze del Regno nell'elite. Questi cambiamenti negli attuali confini geografici del Regno per le élite potrebbero anche indicare che a un certo punto, ci avrebbe potuto essere città indipendenti. In altre parole, c'è stato nessun sistema di governo in alcune delle antiche città Maya. La teoria è supportata dalla variabile Ik-stile Ceramica. La povertà ik-stile è principalmente un prodotto Motul che mostra disegni relativi alla divinità, attuali governanti, feste, scene di guerrieri e scene salasso. Ricerca svela anche un altro introito sulla struttura sociale ed economica di Maya. Invece del tradizionale sistema a tre livelli, Kosakowsky sostiene la necessità di una più complessa stratificazione dell'economia Maya. Le élite di Motul de San José ha avuto accesso a una varietà di oggetti di valore orticoli. Le élite non erano l'unico segmento della popolazione che aveva accesso ai materiali di alto valore. Gli studi di Kosakowsky hanno trovato che classi inferiori aveva accesso a prodotti come cervi bianco - muniti.
In uno studio a Copán, c'era altre prove per sostenere la diversità tra le classi sociali. Molti dei resti scheletrici dei bambini attraverso le classi esposte sottolinea nutritionary e malattie simili. Al contrario, le élite adulte erano più corposa, ha avuto meno segni di artrite ed erano più alte rispetto agli adulti provenienti da diverse classi.
Nel terzo caso, Cobos esamina la vita in Xunantunich e i terreni circostanti. Questa città Pre-classic/Early-classico tarda mostra evidenza di sperimentazione politica. Egli sostiene che questa sperimentazione si è verificato in un breve periodo di tempo, ma con drastici cambiamenti nelle politiche. Xunantunich hanno mostrato la prova della "classe inferiore," persone che vivono nella periferia della città. Tuttavia, in contrasto con i concetti originali di separazione di classe, ci era inoltre prova delle élite vivono nell'entroterra di Xunantunich. Si ritiene che le élite che vivono nell'entroterra erano anche responsabile della produzione di merci. Il commercio dell'entroterra è stato soprattutto quello di utensili in pietra e silex, un tipo di pietra focaia capricciosamente predisposto. Per quanto riguarda le famiglie regnante o royal, Xunantunich dimostra che hanno mantenuto palazzi e altre ampie zone living dall'entroterra e Xunantunich.

Governanti Maya classici

Il moniker "K'inich," non è evidente nei primi righelli di Palenque. Il nome viene utilizzato per indicare lo stato d'Elito del righello di epitomizing il potere di inich il Dio del sole. Il primo uso conosciuto di "K'inich," titolo è da Kan Bahlam io. Egli governò da 524 CE a 572 CE.
Come accennato in precedenza, le donne erano occasionalmente governanti delle città Maya Classic. Le donne governanti furono un fenomeno più prominenti a Palenque. Ci sono almeno due righelli femminili notevoli di Palenque che includono signora Yohl Ik'nal e signora Sak K'uk. Una recente scoperta di un acclamato "regina guerriera" in Waká ha portato un question about femminile governanti Maya: regine Maya ha fatto partecipare alle battaglie?
Signora K'abal di Waká è stato dato il moniker di kaloomte, o "supremo Signore della guerra," dalla sua città. Ciò suggerisce che lei potrebbe aver preso parte nel battaglie. Tuttavia, alcuni esperti ritengono che lei non ha partecipato come un guerriero. Questo è dovuto al fatto che non c'è nessun glifo o rappresentazione artistica a sostegno di Lady K'abal o qualsiasi partecipazione della Regina, altri in battaglia, ancora. Naturalmente, re erano spesso tenuti a partecipare alle battaglie.
A Copán, inich Yax k Mo era righello e fondatore nel 426 CE. Il fondatore del classico Tikal fu Yax Ehb Xook. Mentre è stato suggerito che i governanti Maya legitimized basato su legami familiari, ci sono diverse deviazioni da questo a Tikal. Una tale deviazione è quella della dinastia di artiglio di giaguaro. La cultura condivisa dei Maya può essere sconcertante quando i Maya erano mai politicamente unificati. Tuttavia, i Maya sono considerati una cultura principalmente a causa di credenze condivise, pratiche di astronomia avanzato e architettonico e stili d'arte. In definitiva, sembra che la mancanza di unificazione politica è ciò che ha portato alla loro scomparsa definitiva, tra molti fattori.

Disintegrazione durante il periodo classico

Il periodo classico è caratterizzato dalla sua apparentemente esponenziale crescita di cui la causa è attribuita ad un aumento nel commercio e comunicazione. Ciò che è chiaro è l'aumento della guerra tra le diverse comunità di Maya. Non c'è molto consenso circa la causa del collasso Maya, ma ci sono diverse teorie. Alcuni sostengono che il crollo è stato a causa di una catastrofe naturale di proporzioni catastrofiche, vasta guerra tra la Comunità, carestia, disordini civili e cambiamento anche ambientale.
La credenza più popolare relative alla caduta della civiltà Maya è che è stato l'aumento nella Comunità Inter-politica guerra che ha causato la disintegrazione. L'aumento nella guerra è attribuito per l'incremento del commercio del periodo classico. Con i tassi più elevati di interazione tra le comunità, gli studiosi ritengono che le tensioni tra le comunità a causa delle loro differenze politiche causato episodi di guerra inter-polity.
Gli antropologi suggeriscono che le cascate dei vari altepetl accaduto lentamente nel corso di circa sei secoli. Cioffi-Revilla e lollo anche suggerimento che "la maggior parte dei altepetl che sopravvisse al Preclassico," ha cominciato presto durante il periodo pre-classico e sopravvisse fino al periodo post-classico. Queste comunità più duratura sarebbe durato circa 2.000 anni e infine collasso durante il periodo post-classico. Né autore sostiene che la guerra era l'unica causa del collasso Maya. È possibile che ci avrebbe potuto essere diversi fattori che simultaneamente colpito la dissoluzione dei Maya.
Una teoria guadagnando popolarità è che i Maya è caduto a causa di una mancanza di unità politica. Uno studio ha notato che gli Stati Maya rovesciato molto più rapidamente di quanto hanno preso forma. Durante tutta l'epoca Maya gli Stati durarono una media di 675 anni, con una deviazione standard di 65 anni. Tuttavia, gli stati pre-classici è durato mediamente anni 1154, con una deviazione standard di 96 anni. Classici stati in media 348 anni, con una deviazione standard di soli 24 anni.
Gli stati pre-classici erano meno numerosi rispetto a quelli del periodo classico. Come accennato prima, c'erano almeno 50 stati Maya in esistenza ad un certo punto durante il periodo classico. Questo è quasi contraddittorio per stati pre-classici. Allo stesso modo, la dimensione della comunità pre-classica è un netto contrasto con quella della comunità di Classic. Altepetl classico aveva popolazioni di fino a o più di 50.000 persone, mentre le comunità pre-classiche avevano ovunque da 5.000 a 10.000 persone.
Alcuni sostengono che la mancanza di unità politica tra gli Stati classico era la causa probabile per la disintegrazione dei Maya. Mentre c'era una mancanza di unità politica durante il periodo pre-classico, non c'era la stessa quantità di concorrenza come nel periodo classico. Gli stati pre-classici non hanno bisogno di integrazione politica per sopravvivere. Classici stati necessari un armonia politica al fine di contrastare la crescente concorrenza e popolazioni degli stati molti potenti. Gli stati pre-classici erano tutti più o meno uguali, mentre c'erano lotte per il potere frequenti tra gli Stati di Classic. C'è un crescente consenso, tuttavia, che il crollo del Maya è stato a causa di vari fattori agricoli, politici ed ecologici che agiscono insieme.
[ Indice ▲ ]
[ 2 ]

Religione Maya

Origine e storia
da Maria C. Gomez

Credenze religiose Maya sono formate sulla nozione che praticamente tutto nel mondo contiene k'uh, o la sacralità. K'uh e k'uhul, termini simili che vengono utilizzati per spiegare la spiritualità di tutte le cose animate e inanimate, descrivere la più divina forza vitale dell'esistenza. Credenza Maya stabilisce la creazione e la santità di esseri umani, la terra e tutte le cose sacre. Questa santità divina può essere tradotto in miti della creazione Maya pure.

Il mito della creazione Maya

Prima di spiegare i miti della creazione Maya, è importante comprendere la differenza tra le due fonti che le storie della creazione Maya sono state trovate in. Queste fonti comprendono il Popol Vuh e i libri di Chilam Balam. Il Popol Vuh è associato con il Maya dell'altopiano di ciò che è oggi del Guatemala. Contiene testo sulla creazione umana, profezie e miti tradizionali e storie. Il libri di Chilam Balam sono normalmente associati con il Maya della pianura della zona dello Yucatan del Messico. Ci sono diversi libri di Chilam Balam , che prendono il nome per l'area in cui sono state scritte. I libri più famosi e influenti includono i libri di Chumayel, Tizimin, Mani, Kaua, Ixil, Tusik e Codex Pérez. I libri sono scritti da un sacerdote di Jaguar, una traduzione letterale per Chilam Balam. Questi libri risalgono al periodo coloniale spagnolo, circa del 1500 CE, e c'è una chiara influenza del colonialismo spagnolo sulle storie creazione di Chilam Balam.
Per i Maya la creazione della terra è detto di essere stato un atto di Dio Huracan, il vento e il cielo. Il cielo e la terra collegata, che ha lasciato nessun spazio per qualsiasi esseri o vegetazione di crescere. Al fine di rendere lo spazio, è stato piantato un albero di Ceiba. L'albero è cresciuto radici in tutti i livelli degli inferi e suoi rami è cresciuto nel mondo superiore. Il tronco dell'albero è cresciuto di lasciare spazio sulla terra per gli animali, le piante e gli esseri umani. Secondo le credenze Maya, animali e piante sono stati esistenti prima degli esseri umani. Dei non erano soddisfatti con solo gli animali perché non potevano parlare per onorarli. Da lì, gli esseri umani sono stati fatti per onorare dei.
I dii persi: I Maya (conoscenza del pianeta)

Le epoche molti dei Maya

Secondo i testi Maya, finora, ci sono stati tre creazioni. Due di queste creazioni hanno finito o, in altre parole, le creature sono state distrutte. Ci sono molte varianti delle tre creazioni. Alcuni sono stati influenzati dal cristianesimo, tuttavia, gli eventi di base delle creazioni sono dettagliati nella seguente spiegazione del Popol Vuh dell'altopiano Maya.
Costruito da fango
La prima creazione visto le persone che sono state fatte di fango. Il fango persone non erano i più produttivi come molti non erano in grado di pensare nella capacità che gli esseri umani moderni fanno e, secondo i testi sacri Maya, questi uomini "ha parlato ma non avevano nessuna mente." Non potevano spostare perché erano fatte di fango e anche non erano tecnicamente mortale. Dei non erano felici con loro prima creazione, così hanno distrutto il popolo di fango con acqua.
Costruito in legno
Per la seconda creazione, le divinità fatta da legno uominie donne dalle canne. Queste persone potrebbero funzionare come esseri umani, ma non avevano nessun anime e non hanno onorato i dèi. Sono stati anche immortale. Quando sono morti, rimasero solo morti per tre giorni e sarebbe risuscitato dai morti. La distruzione di reed e il tree uomini donne è stato causato da un'inondazione di acqua bollente. I pochi che potrebbero essere sopravvissuto questa Apocalisse sono probabilmente sono diventati le scimmie che esistono oggi.
Costruito da mais
La terza creazione vide la nascita degli esseri umani moderni. Questi esseri umani sono fatti di pasta di mais bianca e gialla e il sangue dei. I primi esseri umani erano quattro uomini e quattro donne. Questi uomini e queste donne sono state ritenute troppo sagge dagli dèi. Le divinità Maya credevano questi esseri umani intelligenti erano una minaccia alla loro autorità e quasi distrussero loro pure. Tuttavia, cuore del cielo (noto anche come Huracán, ma nella storia della creazione che è il cuore del cielo, il cuore della terra o cuore di cielo) offuscato le loro menti e gli occhi così che sarebbero diventati meno sagge.
Il concetto più importante da capire circa Maya religioso credenza è che il tempo e la creazione degli esseri umani sono pensati per essere ciclica.
I diversi gruppi di Maya credono in una varietà di miti della creazione. Il concetto più importante da capire circa Maya religioso credenza è che il tempo e la creazione degli esseri umani sono pensati per essere ciclica. Ciò significa che alcuni Maya crede che gli esseri umani contemporanei saranno distrutti e un'altra creazione è imminente. Tuttavia, questo non corrispondono necessariamente alle nozioni diffuso che i Maya credevano in un evento di "fine del mondo". Credenza nella fine dell'umanità non è la fine del mondo, è la fine di un'epoca e, forse, l'inizio di una nuova epoca degli dèi.
I dèi distrussero le diverse versioni di "esseri umani" perché non poteva o non vuoi adorare i loro creatori. Si tratta di un elemento di fondamentale importanza per i dèi. Non potevano permettersi di avere creazioni che erano indegni e incapaci di fornire un sostegno agli dèi.

Major Maya Gods & Goddesses

In genere, dei Maya sono fluide e hanno personalità diverse. Questo rende a volte difficile distinguere un Dio da un altro. Tuttavia, potrebbe essere più semplice da tenere a mente che anche se le divinità Maya sono numerose, le divinità più consequenziale morph a volte con il meno notevole dèi e Condividi le caratteristiche delle due divinità. L'incorporazione di connettività nella cultura Maya, non sorprendentemente, si applica alle divinità Maya pure. Alcune divinità hanno anche tratti di personalità in conflitto.
La molteplicità delle personalità dei deities sono favorita dalla loro apparenza. Molti dèi sono un amalgama di un animale umano e particolare. Inoltre sono associati con differenti direzioni cardinali e importanza di un Dio individuale può variare a seconda del contesto storico. Questa fluidità è proprio perché gli studiosi si riferiscono a qualche divinità Maya con le lettere dell' alfabeto latino.
Itzam Ná & Ix Chebel Yax
Itzam Ná è il Dio attribuito alla creazione. Non si sa molto su di lui e lo stesso può essere detto della sua controparte, Ix Chebel Yax. Itzam Ná è spesso raffigurato come un vecchio squinty-eyed, naso lungo uomo o talvolta anche un'iguana. Chebel Yax IX era la moglie del Itzam Ná ed è anche raffigurata come un'iguana. Sia lei che Itzam Ná sono considerati essere in alto nella gerarchia delle divinità. L'ortografia dei nomi possa variare, come può l'ortografia di molti può nomi di Maya.
Huracán
Huracán, un altro significativo Dio di Maya, si riferisce spesso come il cuore del cielo, il cuore del cielo o cuore della terra. Mentre non c'è molta prova diretta su Huracán essendo il Dio creatore supremo, il Popol Vuh implica in una delle sue preghiere l'Huracán di un "datore di vita". La stessa preghiera si riferisce anche all'Huracán come il cuore del cielo e della terra, che propone anche la sua importanza come un creatore. Grazie alla fluidità delle divinità Maya, non è fondamentale per distinguere un assolutamente chiaro i dèi di creatore. Detto questo, tuttavia, l'Huracán è associata tipicamente con i Quiché Maya del Guatemala. I Quiché credono che l'Huracán ha formato la terra e creato per gli esseri umani. Anch'egli formata di persone facendo loro da pasta di mais ed è il Signore del fuoco, tempeste e del vento.
K'inich Ajaw
K'inich Ajaw (pronunciato Ah-come), talvolta noto come Dio G o Kinich Ahau, è il "Signore sole di fronte". Ajaw k'inich è tipicamente raffigurato come rising o di essere nato in Oriente e invecchiamento mentre il sole tramonta. Questa divinità sole feroce sarebbe poi trasformare in un giaguaro e diventare un consulente di guerra nel mondo sotterraneo. Le divinità del sole sono sia adorate e temute perché, mentre offrono le proprietà vivificante del sole, a volte possono fornire troppo sole e causare una siccità.
Hun H'unahpu
Il Dio del mais, Hun H'unahpu, è forse il più importante degli esseri celesti come bene. Inoltre riferito a come Dio E, Hun H'unahpu è considerato il creatore degli esseri umani moderni dai Maya Yucateco pianura. Questo è perché il mais e il sangue sono ciò che ha reso possibile l'umanità. Egli è un simbolo di fertilità e di vita ed è raffigurato come un uomo giovane, dai capelli lunghi.
Chak
Chak, la controparte apparente di K'inich Ajaw, è il Dio della pioggia o Dio B. Chak è sia in parte umano e in parte rettile e lui è indicato solitamente con un colpo di fulmine, un serpente o un'ascia. Questo temibile Dio a volte è mostrato dipinto in blu e con baffi simili a serpenti che sporge dal suo volto. I Maya credono che Chak vivevano in caverne dove farebbe fulmini, tuoni e nuvole. Chak, troppo, era sia temuto e venerato. Ha portato le piogge necessarie per le persone, ma anche produsse inondazioni, minacciando di fulmine e si è comportato molto simile a una tempesta selvaggia. Inoltre ha richiesto sacrifici di sangue a pagamento per le piogge che ci ha fornito.
K'awil
Dio K, o K'awil, è il custode dello scettro. Egli è principalmente il protettore della linea reale ed è conosciuto per essere collegato per fulmini pure. Egli è solitamente raffigurato con un piercing di una torcia di fumatori o una lama di ascia macabro. Oltre al suo piercing spaventosa, ha anche un serpente come un piede e un muso rivolto verso l'alto per l'altro. K'awil è attribuita la scoperta di cacao e mais dopo aver colpito una montagna con uno dei suoi fulmini bulloni.
Kisim
Kisim, o Dio un, è conosciuto come "quello flatulento." Non lasciatevi ingannare, però il nome umoristico. Questa divinità è un Dio terrificante di morte e distruzione. Kisim è stato interpretato come un vero e proprio scheletro in decomposizione o zombie. A volte, Kisim è stata accompagnata da un gufo. Nella convinzione di Maya, i gufi sono messaggeri degli inferi.
IX Chel
O Dio, o Ix Chel, è la dea degli arcobaleni. Mentre gli arcobaleni possono simboleggiare buona volontà nella cultura occidentale, Ix Chel non deve essere confuso come un Dio di buona volontà. I Maya in realtà credo che arcobaleni sono "flatulenza di demoni" e portano la malattia e la cattiva sorte. IX Chel rappresenta anche queste cose a causa della sua associazione con arcobaleni. Nella sua forma tipica, Ix Chel è una strega con le zanne, artigli e fatiscente. Tuttavia, in concomitanza con la duplicità di esseri Maya, Ix Chel ha anche una forma più benevola. Lei occasionalmente rappresenta fertilità e parto e, in questi contesti, lei è raffigurata come giovane e bella.
Gli eroi gemelli
Infine, la leggenda dei gemelli implica le avventure di due fratelli, Xbalanque e Hunahpu, attraverso il mondo sotterraneo. La leggenda, narrata nel Popol Vuh, inizia con la concezione del fratello-dèi. Padre dei gemelli era il Dio H'unahpu Hun. Hun H'unahpu e suo fratello sono stati attirati negli inferi per essere sacrificati tramite decapitazione. Tuttavia, poiché Hun H'unahpu era immortale, sua testa decapitata sopravvissuta e trasformato in un frutto su un albero. Testa di frutta di Hun H'unahpu sputa nella mano della dea Xquic, che in definitiva ha partorito Xbalanque e Hunahpu, gli eroi gemelli.
I gemelli affrontato molte sfide, ma la storia più epica è del loro viaggio attraverso Xibalba (pronunciato Shee-Berto-bah), la malavita di Maya.
I gemelli sono stati convocati agli inferi dopo aver giocato una partita di baseball rauco e forte sopra le teste dei signori di Xibalba. I signori sfidato i gemelli molte volte, ma con intelligenza e astuzia, i gemelli erano in grado di meglio i signori di Xibalba. Xbalanque e Hunahpu si stancò delle sfide infinite e ideato un modo per fuggire il mondo sotterraneo. Essi si sono travestiti da viaggiatori e intrattenuto i dii del underworld con trucchi e giochi. I signori erano così impressionati con il loro trucco di portare una persona in vita dopo che sono stati sacrificati che hanno chiesto i gemelli per sacrificarli e riportarli in vita. Tuttavia, invece di portare i dèi in vita, i gemelli li lasciò morto e ha reso il mondo sotterraneo un posto per i miseri. Gli eroi gemelli e i signori di Xibalba ora risiedono nel cielo notturno come stelle. Re sono stati pensati per seguire le prove dei gemelli dopo la loro morte e rendere il loro viaggio al cielo o mondo superiore.
Ci sono molti esseri più celesti, ma i suddetti sono quelli che si verificano più frequentemente. Essi possono venire in molte forme e loro molteplicità è un pilastro del connettivi ideali della religione Maya.

Cielo, inferno e i punti cardinali

Contrariamente alle idee occidentali contemporanee del cielo e dell'inferno, i Maya credevano in diversi livelli di questi regni. Ci sono tre aree principali di distinguere uno da altro, tuttavia. I Maya comprendere livelli soprannaturali non come inferno e paradiso, ma come il mondo superiore, il mondo di mezzo e malavita.
Il mondo superiore è costituito da tredici livelli, il mondo di mezzo si trova un livello e l'underworld è nove livelli. L'albero di Ceiba è creduto di crescere attraverso tutti i regni, dal livello più alto del mondo superiore al livello più basso degli inferi. L'albero di Ceiba è fondamentale per comprendere l'importanza dei punti cardinali del mondo Maya.
Divinità Maya, in particolare, sono collegati per le direzioni cardinali. Mentre abbiamo familiarità con i quattro punti cardinali, il Maya ha capito che c'erano cinque elementi per i punti cardinali, le quattro direzioni e il centro. Senza dubbio, la direzione cardinale più significativa al Maya è l'est. L'est è dove il sole sorge e si associa con la nascita a causa della credenza di Maya che il sole nasce ogni giorno da est.
Questi principi sono stati anche parte della vita quotidiana di Maya. Case sono state progettate per riflettere i punti cardinali e l'albero di Ceiba. I Maya costruirono anche Focolari al centro delle loro case al fine di rappresentare il centro di albero di Ceiba delle direzioni cardinali.

Rituali Maya

Il Maya ha partecipato a vari rituali religiosi. Non tutti questi sono stati collegati al sacrificio umano, anche se il sacrificio era una pratica comune nelle cerimonie religiose. Contrariamente alla credenza popolare, il sacrificio rituale non era limitato alla morte orribile di un povero prigioniero. Mentre questo è accaduto nel mondo Maya in alcune occasioni, è stato un evento relativamente raro. Di gran lunga il più comune sacrificio rituale era il salasso.
Rituale di sacrificio Maya di gran lunga il più comune era il salasso.
Salasso
Il salasso è proprio come sembra, lo spargimento di sangue come una pratica del sacrificio. Nel caso di Maya, salasso fu costretto a linea reale. I dèi pretese del sangue a causa di creazione iniziale dove i dèi sparso il loro sangue per dare vita all'umanità. Anche, ma non così spesso, il salasso è stato effettuato al fine di comunicare con gli antenati.
La pratica del salasso contrassegnato date significative del mondo Maya. Spenderebbe Royals partecipando nella pratica, a volte, giorni rituali di purificazione per prepararsi al salasso. Uomini e donne dei lignaggi royal dovevano eseguire questi rituali. Regine e re Maya avrebbero partecipato in varie forme del salasso, anche rendere sacri strumenti per eseguire il rituale. Sangue era di solito accompagnato da diverse parti del corpo con strumenti specializzati progettati per produrre più sangue e forse più dolore pure. Gli strumenti erano in genere fatto di spine stingray e decorati con diversi glifi per mostrare il loro significato religioso. Un'istanza spaventosa del sacrificio notato da Rubalcaba descritto come donne, in genere royal, usa una corda spinose per perforare la loro lingua e prelevare il sangue per dispersione sulle icone di Maya. Gli uomini, d'altra parte, avrebbero fatto lo stesso, tranne il pene, piuttosto che la lingua.
La pratica del salasso spesso servirebbe per commemorare e santificare importanti eventi come nascite, ascese al trono e anniversari. D'altra parte, il sacrificio umano era riservato per i più grandi eventi di Maya.
Sacrificio umano
Mentre le guerre sono state combattute di solito per ragioni diverse dalla religione, quando ha fatto si verificano guerre, religione sarebbe diventato coinvolti. Spesso, gli sciamani o sacerdoti contribuirebbe a strategie di guerra di piano. Un sacerdote di guerra fu chiamato un nacom. I Maya spesso combina aspetti di guerra e religione. In genere, questo è stato in forma di prendere prigionieri per il sacrificio.
Sacrifici erano importanti nel mantenere soddisfatti i dii ed erano inoltre fondamentale per garantire una vittoria militare. Quando un re o una regina sarebbe salito al trono ed era stato catturato un prigioniero politico, essi sarebbero commemorare l'evento che cambia la vita con un sacrificio umano. In genere, questi prigionieri sarebbero reali o élite di uno stato nemico. I reali più alto sono stati salvati per il solo scopo di ricreare eventi del Popol Vuh.
Questi sacrifici sono stati effettuati in molti modi, ma c'erano tre metodi che erano più comune. Il primo metodo è attraverso la decapitazione. Il metodo successivo è stato il popolare metodo di rimozione di cuore dalla persona vivente. Il metodo finale, più popolare, era quello di gettare una persona vivente in un cenote, o naturale, come offerta alle divinità.
Altre offerte & rituali
Mentre il rituale più prevalente associato per gli antichi Maya è la pratica del sacrificio, si sono esibiti anche altri tipi di rituali. Non tutte le offerte di Maya erano così sanguinosa e raccapriccianti. Mentre possono non sembrare abbastanza logici agli occidentali, le offerte alternative forniscono interessanti modi per comunicare con e soddisfare le divinità.
Uno piuttosto sorprendente e si affacciava su mezzi di comunicazione con dei coinvolti bambini, affondando nel cenotes. I bambini sono stati collocati nei pozzetti per consentire loro di parlare con il Dio o divinità. Dopo poche ore di essere nel pozzo, verrebbe recuperati i bambini affinché il messaggio dalle Deità potrebbe essere sentito. Naturalmente, il Maya ha partecipato anche offrendo agli elementi preziosi dèi come giada, oro, maschere, conchiglie, intagliato osso umano e strumenti cerimoniali o sacri.
Matrimonio è stato un altro rituale religioso e un motivo per festeggiare. Maya matrimoni erano matrimoni in genere combinati all'interno della stessa classe sociale. L'età al momento del matrimonio varia, ma gli esperti ipotizzano che l'età al matrimonio era legate alla crescita della popolazione e declino. Quando la popolazione Maya è diminuita, i giovani avrebbero sposato ad una più giovane età. Coppie sarebbero far corrispondere a un'età molto giovane, a volte anche quando erano neonati.
I matrimoni sono stati effettuati dai sacerdoti nella casa nuziale. Sacerdoti sarebbero bruciare incenso per portare un matrimonio fortuito e quindi ne seguirebbe una festa o altro tipo di celebrazione. Se il matrimonio non è stato considerato riuscito di marito o la moglie, la coppia potrebbe «divorzio». Non c'è nessun rituale noto per il divorzio, ma è intrigante che il divorzio era, più o meno, un'azione accettabile.
La danza è un altro rituale trascurato. Danze rituali sono stati effettuati per comunicare con dei. Le danze caratterizzerebbe costumi sontuosi che raffigurava il visages di divinità. Spesso i Maya sarebbe indossare o includono ornamenti come il personale, spears, sonagli, scettri e vivere anche serpenti come sussidi di danza. I Maya credevano che vestirsi e agendo come un Dio, sarebbe essere sorpassati dallo spirito di Dio e quindi sarebbe in grado di comunicare con lui o lei.
Gli antichi Maya mantenuto una religione complessa. I dèi multiforme e rituali hanno persistito anche nella cultura Maya di oggi, tuttavia sincretizzata sono diventati. Le loro ideologie di creazione, sacrificio, sacralità e molteplicità sono la chiave per comprendere la religione Maya.
[ Indice ▲ ]
[ 3 ]

Popol Vuh

Origine e storia
da Joshua J. Mark

Il Popol Vuh è la storia della creazione secondo la Quiche Maya della regione oggi conosciuta come Guatemala. Tradotto come 'Il Consiglio Prenota', il libro del popolo "o, letteralmente, 'The Book of il Mat', il lavoro si è riferito a come" la Maya Bibbia"anche se questo confronto è impreciso. Il Popol Vuh non è considerato dai Maya come 'la parola di Dio', né come sacra scrittura ma piuttosto come un account di "l'antica parola" e la comprensione che la Quiche era della cosmologia e della creazione prima della venuta del cristianesimo. La Quiche di cui al libro come un Ilb'al - strumento di vista - ed era conosciuto come "Il libro del tappeto" a causa del tessuto tappetini la gente sarebbe sedersi su di sentire il lavoro recitato presso la casa del Consiglio. Un tale edificio, a Copan, architravi in pietra caratteristiche 'tessuti' per sembrare tali stuoie.
All'inizio del libro ho l'autore sconosciuto afferma:
Questo è l'inizio della parola antica, qui in questo luogo chiamato Quiche. Qui ci vogliamo iscrivere, abbiamo potremo impiantare la parola antica, il potenziale e la fonte per tutto quello fatto nella Cittadella di Quiche, nella nazione di persone Quiche... Scriveremo ora parlano in mezzo la predicazione di Dio, in questo momento la cristianità. Noi porteremo perché non esiste più un posto per vederlo, un libro di Consiglio, un posto per vedere "La luce che è venuto da Beside the Sea", l'account di "Our Place in the Shadows", un posto per vedere "The Dawn of Life", come viene chiamato (63).
Per quanto riguarda queste frasi che descrivono il Popol Vuh, il Mayanist Dennis Tedlock scrive:
Perché hanno ottenuto il libro (o qualche sezione di esso) in un pellegrinaggio che li portava dalle highlands per la costa atlantica, lo chiamavano "The luce cui è venuto da Beside the Sea", perché il libro ha detto di eventi che è accaduto prima dell'alba vera prima e di un tempo quando i loro antenati nascondevano se stessi e le pietre che conteneva le famigli di spirito dei loro dèi nelle foreste , lo chiamavano anche "Il nostro posto nell'ombra". E perché ha detto dell'ascesa di stella del mattino e il sole e la luna e predisse l'ascesa e radioso splendore dei signori Quiche, lo chiamavano "The Dawn of Life" (21).
Racconta il lavoro della creazione, le gesta dell'eroe gemelli Hunahpu e Xbalanque e la storia remota della migrazione di Quiche.
L'opera racconta la creazione del mondo, le gesta di eroi gemelli Hunahpu e Xbalanque in underworld e loro trionfo sui signori della morte, la creazione degli esseri umani e la storia remota della migrazione di Quiche e insediamento fino alla conquista spagnola del XVI secolo CE. Il vescovo spagnolo Diego de Landa bruciato come molti dei libri dei Maya dello Yucatan, come avrebbe potuto trovare su 12 luglio 1562 CE presso la città di Mani ma, come non aveva alcuna giurisdizione nella regione meridionale della Quiche, il Popol Vuh è stato risparmiato. Ancora, sembra dal lavoro stesso che la continua pratica della religione indigena è stata soppressa nella terra della Quiche come era altrove e l'autore anonimo del feltro lavoro la necessità di impostare giù i miti del suo popolo, prima che si erano persi.

Origine e storia

Popol Vuh è stato probabilmente scritto CE c. 1554-1558 alla volta quando era diventato abbondantemente chiaro che le antiche credenze e le pratiche dei Maya non sarebbero tollerate dai loro conquistatori cristiani. Dennis Tedlock determina questa data basata su prove testuali verso la fine del lavoro nel quale l'autore dettagliatamente le migrazioni, genealogie e insediamenti. È venuto all'attenzione di un prete spagnolo all'inizio del XVIII secolo CE. Tedlock scrive:
Tra il 1701 e il 1703, un frate che si chiamano Francisco Ximenez è capitato di avere uno sguardo a questo manoscritto mentre era in servizio come parroco. Ha fatto l'unica copia rimasta del testo Quiche del Popol Vuh e aggiunto una traduzione in spagnolo. Il suo lavoro è rimasto in possesso dell'ordine domenicano fino a dopo l'indipendenza del Guatemala, ma quando le riforme liberali costretto la chiusura di tutti i monasteri nel 1830, è stato acquisito dalla biblioteca dell'Università di San Carlos a città del Guatemala. Carl Scherzer, un medico austriaco, è capitato di vederlo lì nel 1854, e Charles Etienne Brasseur de Bourbourg, un prete francese, ha avuto la stessa fortuna pochi mesi più tardi. Nel 1857 Scherzer pubblicato Ximenez' traduzione spagnola sotto il patrocinio degli Asburgo a Vienna, membri della stessa stirpe reale che aveva governato la Spagna al tempo della conquista del Regno Quiche, e nel 1861 Brasseur pubblicato il testo di Quiche e una traduzione francese a Parigi. Il manoscritto stesso, che Brasseur brioso dal Guatemala, finalmente trovato la sua strada attraverso l'Atlantico da Parigi, arrivando a riposare nella Biblioteca Newberry nel 1911 (27).
Il manoscritto, che attualmente è diviso in quattro libri, non aveva originariamente divisioni e registrò una narrazione senza soluzione di continuità dal tradizione orale. Il lavoro stesso, tuttavia, menziona un "libro originale e antica scrittura"che suggerisce che l'autore del Popol Vuh stava lavorando da qualche fonte scritta in precedenza. L'autore afferma anche che questo lavoro precedente è in possesso di uno che "ha un'identità nascosta" che indica che le opere religiose del Maya dovevano essere nascosto dai cristiani che vorrebbero distruggere loro; come de Landa ha fatto alle Mani in 1562 CE. De Landa records masterizzazione oltre quaranta libri e scritture, "Abbiamo trovato un gran numero di libri e, come hanno contenuto nulla in loro che non erano superstizioni e le menzogne del diavolo, abbiamo bruciato tutti loro, che [i Maya] pentito ad un grado incredibile e che ha causato loro molte afflizioni" (Christenson, 11). La civiltà Maya trusted de Landa e volontariamente gli mostrò loro libri; un onore non concesso a tutti i missionari cristiani. Ha bruciato più di quaranta opere Maya e migliaia di statue e dipinti in una sola notte. Solo quattro opere di Maya dello Yucatan sopravvivere oggi (Dresda, Madrid e Parigi Codices, così chiamato per la città sono stati portati e il Chilam Balam di) e solo uno della Quiche: Popol Vuh.
I dii persi: I Maya (conoscenza del pianeta)

La struttura del Popol Vuh

Il lavoro è diviso in quattro libri e un breve preambolo. Il preambolo dichiara l'intenzione dell'autore a scrivere l'opera, imposta il periodo di tempo come post-conquista e fa il punto che l'originale lavora "prende una lunga di prestazione e conto per completare l'illuminazione di tutta la terra-cielo" (63). Questo ha suggerito ad alcuni studiosi che l'opera originale era molto più presente Popol Vuh ma, per altri, significa semplicemente che si dovrebbe prendere di uno tempo ad ascoltare il lavoro al fine di apprezzare la storia. Il manoscritto non sembra contenere eventuali lacune nella narrazione ma, poiché non vi è alcuna traccia di precedenti lavori - e nessuna prova di fuori di una riga nel preambolo alludendo ad esso e un altro alla fine - c'è alcun modo di sapere ciò che l'autore del lavoro può avere lasciato fuori o se ha lasciato fuori qualcosa a tutti. Il Mayanist Allen J. Christenson, che tradusse le opere, ritiene completa e i Maya precolombiani rimanenti ultimi lavoro del popolo Quiche.
Christenson cita il XVI secolo spagnolo missionario Bartholome de las Casas, uno di minoranza di sacerdoti simpatici che lamenta la distruzione dei libri Maya. Las Casas ha visto un numero di opere Maya Quiche in 1540 CE. Christenson scrive:
Ha scritto che contenevano la storia di popolo origini e credenze religiose, scritte con ' figure e personaggi con cui essi potrebbe significare tutto ciò che desideravano; e che questi grandi libri sono di tale astuzia e tecnica sottile che potremmo dire la nostra scrittura non offrono molto di un vantaggio.' Las Casas fu particolarmente colpito dal fatto che i Maya potevano scrivere 'tutto desideravano.' I Maya erano, infatti, le uniche persone nel nuovo mondo che avevano un sistema di scrittura al momento della conquista spagnola che aveva questa capacità (23).
Tutti questi libri che, al momento del Las Casas, erano accuratamente nascosti da missionari cristiani e loro fuochi, sono presume che sia stato finalmente trovato da loro e distrutto. Se ancora presenti, essi non sono ancora venuti alla luce.
Originariamente il lavoro era un unico, lungo poema. È stato solo diviso in libri separati, una volta che è stato tradotto in lingue europee. L'intenzione dell'autore originale, sembra di essere stato per salvaguardare l'esperienza di sentire la poesia recitata e, attraverso la magia dell'arte del narratore, a vivere gli eventi personalmente come il racconto si svolse. Questa pratica è in armonia con le tradizioni orali in altre culture come quelli dell'antica Grecia e Mesopotamia, tra gli altri. Christenson note:
Popol Vuh è scritto in progressivo tesa, suggerendo che il narratore vede davanti a lui come egli scrive. Questo è coerenza con la modalità storie sono raccontate in contemporanea delle famiglie di Quiche. Il narratore invita l'ascoltatore a immaginare l'impostazione del suo racconto e quasi sempre racconta la storia, come se stesse accadendo destra e poi, anche se e ' successo nel lontano o mitico passato (12).
I quattro libri raccontano la storia della creazione della vita, i tentativi degli dèi a rendere gli esseri umani, il trionfo sulla morte dell'eroe celeste gemelli, il successo degli dèi nella creazione di esseri umani e le genealogie del popolo di Quiche. Robert J. Sharer della University of Pennsylvania scrive: "il mondo degli antichi Maya era governato da un ordine cosmologico che trascendeva la nostra distinzione fra i regni naturali e soprannaturali. Tutte le cose, animate o inanimate, erano permeate di un potere invisibile"(Stuart, 47) e il Popol Vuh si articola pienamente questa visione.

Libro I

Il primo libro inizia:
Questo è l'Account, ecco: ora ancora ripples, ora esso ancora mormorii, ripples, sospira ancora, ancora ronza, ed è vuota sotto il cielo... Non c'è ancora una persona, un animale, uccello, pesce, granchio, albero, roccia, cavità, canyon, Prato, foresta. C'e solo il cielo da solo; la faccia della terra non è chiara. Solo il mare da solo è riunito sotto tutto il cielo-c'è niente di tutto ciò che si sono riuniti insieme.
Fuori di questo silenzioso nulla dei crearono il mondo e tutte le cose viventi, tranne gli esseri umani. Gli animali non potevano parlare o lodare loro dèi, tuttavia, e così i dèi dichiarò, "dobbiamo fare un provider e la nutrice. In quale altro modo possiamo essere richiamati e ricordati sulla faccia della terra?" Essi cercano di creare esseri umani ma non riuscire perché "le creature non hanno cuore" e non ricordo i loro creatori. Provano ancora una volta, questa volta facendo persone fuori di legno, ma non funziona e le creature sono distrutti da una grande inondazione. Quelle non distrutte dal diluvio sono impostati al momento dai loro cani, da loro pentole e smerigliatrici tortilla, di tutte le cose della terra hanno abusato e maltrattato. I dèi, alla fine, vengono lasciati da soli per glorificare se stessi; Questo porta all'ascesa della divinità sette Macao che troppo alta opinione di se stesso.

LIBRO II

Come si apre il secondo libro, due ragazzi celesti che si chiamano Hunahpu e Xbalanque (gemelli) trama la distruzione di sette Macao e i suoi due figli Zipacna e Cabracan. Non ci sono ancora nessun essere umano sulla terra e i ragazzi sono sconvolti che sette Macao dovrebbe Signore stesso sopra tutti con nessuno a sfidarlo o sottolineare i suoi difetti. Sembra che, senza gli esseri umani per dare i dèi di particolare valore, qualsiasi Dio può rivendicare qualsiasi valore che piace a lui. Si rifiuta di riconoscere gli altri dèi o le loro opere e così, attraverso una serie di trucchi e astuzie intelligente, gli eroi gemelli Sette-Ara uccide lui e i suoi figli, ripristinando così ordine ed equilibrio al mondo.

Libro III

Il terzo libro racconta le avventure del padre e zio di eroi gemelli, Hun Hunahpu e Vucub Hunahpu, che erano i figli di Xpiyacoc e Xmucane, i primi indovini che hanno cercato di creare esseri umani. Essi sono, quindi, legati alla creazione e divinazione. Accettare un invito a un gioco di palla a Xibalbaindotti dai signori della morte, i due sono assassinati e testa di Huh-Hunahpu viene inserito in un albero di Calabash nel mondo sotterraneo. La Principessa Vergine Xquiq, (noto anche come dea Luna di sangue), è attratto dalla testa, anche se è stato detto di stare lontano da esso. Lei disegna vicino l'albero e gli sputi testa in mano, così lei impregnante. Lei deve quindi lasciare la malavita e andare al Regno superiore della terra a vivere con sua suocera nuova Xumucane. A causa della tragedia che colpì i suoi figli, Xumucane diffida Xquiq e definisce la sua una serie di compiti di dimostrare se stessa. Quando i gemelli sono nati, lei diffida anche di loro e anche loro devono mostrare che sono degni. Xumucane nasconde l'ingranaggio di palla dei suoi figli perché non vuole suoi nipoti per sapere cosa è successo al loro padre e zio e cercare di vendicarli. I gemelli trovare l'ingranaggio, tuttavia e sfidare i signori della morte per un re-match. Dopo numerose avventure nel mondo sotterraneo in cui trucco ripetutamente i signori di Xibalba, gli eroi gemelli distruggerli e salire l'albero del mondo verso il cielo dove diventano il sole e la luna.

Libro IV

Nel libro IV gli esseri umani sono creati con successo su mais. In un primo momento, i dèi fare quattro uomini che:
... erano brave persone, bella, con un look del genere maschile. Pensieri è entrato in esistenza e si guardava; loro visione è venuto tutto in una volta. Perfettamente videro, perfettamente sapevano tutto sotto il cielo, intorno nel cielo, sulla terra, tutto ciò che è stato visto senza alcun ostacolo... Come sembravano, la loro conoscenza è diventato intenso. Loro vista passato attraverso gli alberi, attraverso le rocce, attraverso laghi, attraverso mari, attraverso montagne, attraverso le pianure.
Questo preoccupa i dèi che capiscono che gli esseri umani non dovrebbero avere gli stessi doni come i loro creatori. Essi conferiscono tra di loro, dicendo, "non sono semplicemente 'opere' e 'disegni' nei loro nomi molto? Ancora che diventa grande come dèi, a meno che non procreano, proliferano presso la semina, l'alba, a meno che non aumentano. Lascia che sia così: ora ti portiamo loro a pezzi appena un po'. " I dèi introducono mortalità all'umanità e:
... cambiò la natura delle loro opere, i loro disegni, era sufficiente che gli occhi essere rovinata. Essi sono stati accecati come il volto di uno specchio è alitò su. Loro visione tremolava. Ora era solo da primi piani che potrebbero vedere quello che c'era con ogni chiarezza. E tale era la perdita dei mezzi di comprensione, insieme con i mezzi di sapere tutto.
I dèi quindi forniscono gli uomini con le mogli e "fin da subito sono stati felici al cuore ancora una volta, a motivo delle loro mogli" e dimenticano che una volta sapevano tutto ed erano come i dèi. Gli uomini e le donne contenute stessi con avere figli e piantare colture e apprezzare i doni i dèi hanno dato loro. Il libro si conclude con la storia della migrazione della Quiche e la loro genealogia. Incluso in questa sezione è l'introduzione del Dio Mariano, il servo piumato, conosciuto per i Maya dello Yucatan come Kukulkan e azteco come Quetzalcoatl. Libro IV si conclude con le linee:
Questo è abbastanza circa l'essere di Quiche, dato che non esiste più un posto per vederlo. C'è il libro originale e scrittura antica posseduto dai signori, oggi perduti, ma anche così, tutto è stato completato qui riguardo Quiche, che ora è chiamato Santa Cruz.
[ Indice ▲ ]
[ 4 ]

Pulque

Origine e storia
da Mark Cartwright

Pulque è una bevanda alcolica che in primo luogo è stata bevuta da Maya, Aztechi, huastechi e altre culture in ancient Mesoamerica. Simile alla birra, è fatta dal succo fermentato o linfa della pianta del maguey (Agave americana). In lingua Azteca Nahuatl era conosciuta come octli e dai Maya era chih. Solo leggermente alcolica, la potenza del pulque spesso è stata aumentata con l'aggiunta di alcune radici ed erbe.
La bevanda aveva la propria dea personificata e apparve in episodi di Mesoamerican mitologia. Ubriaco in moderazione in tutta la regione su una base quotidiana è stato servito in più abbondanti quantità alle feste religiose importanti e celebrazioni come matrimoni, riti di fertilità (soprattutto quelli che coinvolgono il Dio azteco dell'estate Xochipilli) e cerimonie agricole. La sostanza non era solo ubriaca come la Huaxtechi utilizzato pulque come un clistere utilizzando sottili ossa cave; Questa era una pratica relativamente comune nella somministrazione di allucinogeni nelle Americhe antiche.

Pulque nella mitologia - Mayahuel

La pianta di maguey, importante non solo per pulque ma anche come fonte di fibre, per tessitura, aveva la propria divinità personificata – una dea conosciuta come serpente 11 dai Mixtechi di periodo post-classico. Nel Messico centrale, la dea era conosciuta come Mayahuel e di solito raffigurata come una bella donna giovane. Lei era associata con la fertilità e a volte indicata come 'la donna di 400 seni' senza dubbio in riferimento al latte-come linfa della pianta. Pulque era anche personificato come una dea conosciuta come fiore 2. Inoltre, il Dio 3 coccodrillo era strettamente associata con la bevanda.
Per illuminare la loro vita Quetzalcoatl ha deciso di dare all'umanità una bevanda che avrebbe sollevare i loro spiriti.
Il consumo del pulque, quindi, è andato indietro nei tempi mitologici e c'era, naturalmente, un mito per spiegare la sua invenzione. Il grande Dio Quetzalcoatl è stato a guardare l'umanità un giorno e ho notato che alla fine della giornata lavorativa la gente non ha fatto ballare e cantare, ma, invece, sembrava piuttosto triste. Per illuminare la loro vita Quetzalcoatl ha deciso di dare loro qualcosa che vorrei sollevare i loro spiriti. Innamorarsi di una bellissima dea Mayahuel, Quetzalcoatl lei sbattuti fuori di Mesoamerica e lì, abbracciati, si sono trasformati in un albero con due rami. Ora, nonna di Mayahuel non era meglio soddisfatto con questa svolta degli eventi, e così, accompagnato da una truppa di altri demoni (tzitzimime), attaccò l'albero, dividerlo in due. Mayahuel era poi fatta a pezzi e mangiato dai demoni terribili. Un cuore spezzato Quetzalcoatl raccolti i bit e pezzi a sinistra della sua amante e teneramente li seppelliscono. Alla fine, questi resti divenne il primo impianto di maguey e gli esseri umani usavano per fare il pulque. Alla fine, desiderio di Quetzalcoatl che l'umanità potrebbe trarre beneficio da una bevanda che ha aumentato la loro felicità è venuto a passare.
Un altro mito famoso è quando Quetzalcoatl, sotto l'influenza della bevanda, dormito con sua sorella, Quetzalpetlatl. Realizzazione di Dio e l'imbarazzo a scoprire il suo vergognoso atto la mattina successiva era usato come una spiegazione del perché il Dio abbandonato Tula, sua capitale. L'episodio è stato anche un avvertimento per il Mesoamericans che abusi del pulque potrebbero portare gravi conseguenze. Per questo motivo gli Aztechi erano piuttosto più particolari su chi poteva bere pulque rispetto ad altre culture mesoamericane. Essi riservati relativo consumo in pubblico come un privilegio speciale per nobili e guerrieri e imposto sanzioni che vanno da testa-rasatura, distruzione di proprietà e persino la pena di morte per i ripetuti casi di ubriachezza.

I dèi di Pulque 400

C'era anche un gruppo noto come i dii di pulque che erano quasi sempre i maschi. Questi erano particolarmente importanti per gli Aztechi che li ha chiamati Centzon Totochtin (400 conigli) come si credeva un coniglio prima aveva scoperto il succo dell'agave di rosicchiare su una foglia. La madre degli dèi pulque era Mayahuel e loro padre Patecatl. Assumere molte forme, il loro significato esatto è stato difficile determinare. Molti sono stati associati con singole località, giorni e periodi di tempo. Sono stati anche rappresentante dell'ubriachezza e lussuria sessuale e così indossavano anelli di naso di mezzaluna, simbolo di Tlazolteotl, dea della lussuria e della sporcizia.
Come un gruppo i dèi di pulque sono stati rappresentati come il Dio Ome Tochtli o 2 coniglio. Diverse divinità del pulque sono stati identificati come solennemente sepolto sotto il tempio di Templo Mayor a Tenochtitlán, capitale azteca. Lo storico Mary Miller suggerisce che questo era in omaggio a 400 vittime uccise dal Dio Huitzilopochtli nella mitologia azteca.

Rappresentazioni nell'arte

Le prime rappresentazioni nell'arte mesoamericana del pulque sono dalla grande città di Teotihuacan, al suo apice tra il 300 e 550. Qui rilievo in pietra sculture Mostra personaggi mascherati con latte gocce che cadono dalle loro bocche e una maschera ha uno sfondo di foglie di maguey.
Monumenti istituiti dalla civiltà zapoteca (500-900 D.C.) mostrano scene di cerimonie di nozze, dove gli ospiti sono bere pulque. Dal periodo post-classico (900-1200 CE) c'è una pittura della roccia al Ixtapantongo che è la rappresentazione più antica di Mayahuel. Si è mostrato all'interno di un impianto di maguey e che tiene una tazza in ogni mano, contenente probabilmente il pulque.
Come pulque aveva un latte-come l'apparenza è stata associata con il latte materno e questo è provato in tali manufatti come la nave di Pulque Aztec Bilimek su cui è una scena che mostra la bevanda versando dal seno di una dea della terra. Infine, Mayahuel e i dèi di pulque appaiono nelle illustrazioni in numerosi codici di epoca coloniale, in particolare i Mixtechi Codex Vindobonensis (foglio n. 25) e su diversi fogli nel XVI secolo CE Aztec Codice Magliabechiano.
[ Indice ▲ ]
[ 5 ]

Tikal

Origine e storia
da Mark Cartwright

Tikal, situato nella parte nord della regione di Petén del Guatemala, è stata una grande Maya città che fiorì tra il 300 e 850. La città, nota per i Maya stessi come Mutul, è uno dei più grandi in Mesoamerica. Tra le prime Maya città a guadagnare visibilità nel primo periodo classico (250-600 CE), Tikal costruito la sua ricchezza sfruttando le sue risorse naturali e la posizione geografica di diventare una superpotenza Maya, uno stato apprezzato anche nel 7 ° secolo D.C., quando alcuni dei più impressionanti monumenti successive del sito sono stati costruiti.

Cenni storici

Stabilimento a Tikal ha cominciato da circa 300 A.C. e, in primo luogo sparecchiare aree nella giungla, architettura monumentale fu costruito nel periodo fino a 100 CE. Prosperità della città è stata basata sullo sfruttamento delle risorse naturali come il legno di cedro, colorante dal legno del Brasile, resina di copale, flint e coltivare mais in deselezionata fertile palude aree e zone di foresta pluviale. Nel 378 CE Tikal fu invasa dalle forze da lontana Teotihuacan (o al commercio come minimo sono stati stabiliti contatti) con una conseguente influenza sulle pratiche culturale a Tikal, dall'abbigliamento all'arte e architettura. Dal tardo IV secolo D.C., Tikal è stato in grado di espandere ulteriormente la sua sfera di influenza e conquistare da sempre rivali locali Uaxactún e Rio Azul e la città formata utili alleanze con tali centri come Kaminaljuyù. Al suo apice la popolazione di Tikal, compresi gli insediamenti urbani sparsi intorno alla città, era di oltre 50.000, e utilizzato circa 200 chilometri quadrati di territorio circostante.
Prosperità di TIKAL è stata basata sullo sfruttamento delle risorse naturali come il legno di cedro, tingere da legno del Brasile, resina di copale, flint e coltivando mais.
Nel 6 ° secolo D.C. è diminuito il potere di Teotihuacan, e altre città Maya, in particolare Caracol, cercò di espansione militare, sconfiggendo Tikal nel 562 CE. Tuttavia, nel VII secolo CE Tikal riacquistato il suo posto come importante città Maya, contemporanea con tali centri come rivale di Tikal, Copane PalenqueCalakmul. Il righello più importante in questa rinascita era Jasaw Chan K'awiil (r. 682-734 CE) che sconfisse Calakmul nel 695 CE ed ha sorvegliato un significativo programma di ricostruzione della città. I nuovi edifici più impressionanti erano le enormi piramidi conosciuto semplicemente come tempio I e II. Jasaw Chan K'awiil venne sepolto nel tempio che il suo completamento nel c. 727 CE. Altri abbinamenti delle piramidi sono stati costruiti più tardi, ma la maggior parte di questi rimangono non escavata. Insieme ad altre città Maya, Tikal è andato in declino graduale durante il VIII secolo CE e di circa 900 che ce il sito era stato abbandonato. La città, compresi i suoi imponenti templi, alla fine è stata recuperata dalla giungla e sarebbe essere riscoperto solo nel secolo di mid-19th CE.

Layout & architettura

Tikal è costituito da nove diverse piazze e campi collegati da strade rialzate e rampe ed ha, in tutto, oltre 3.000 strutture. Gli edifici sono dislocati su circa 15 chilometri quadrati, e così la città era relativamente bassa densità. Qualche tempo prima 250 CE la Gran piazza e Nord dell'Acropoli sono stati costruiti per seguire un asse nord-sud. Questo piano è stato rispettato da costruzioni successive fino al VIII secolo CE templi I e II sono stati costruiti su un asse est-ovest. Edifici utilizzati blocchi di pietra calcarea intorno a nuclei di macerie con architravi e traverse in legno (Manilkara zapota era la scelta preferita), spesso riccamente intagliati di rappresentare scene. Oltre a suoi imponenti templi, la città aveva anche palazzi, un mercato complesso, dieci serbatoi, due strade rialzate sacri e un campo da pallone unico tripla. Un'altra caratteristica tipica di Maya è la scultura di lastre di pietra raffigurano righelli e registrare i loro più grandi successi. Tale stele sono stati istituiti in righe lungo i lati delle piazze. Il più antico esempio di queste stele in Mesoamerica è stato scoperto a Tikal e date a 292 CE. Essa mostra un righello che tiene nella mano sinistra il Jaguar Dio degli inferi, probabilmente un Dio protettore di Tikal.
Le prime strutture, come l'Acropoli Nord, sono in genere tozze con modanature grembiule angolo. Questi e successiva architettura presso il sito tutti visualizzare le solite caratteristiche di Maya delle piramidi multilivelli, piattaforme rialzate, corbel-vaulted alloggiamenti, maschere di stucco grande degli dèi che fiancheggiano un orientamento deliberato con le indicazioni di cieli, cardinale e scale e, spesso il tempo stesso, come indicato dalle coppie di VIII secolo CE delle piramidi costruite ogni ciclo di 20 anni katun . Le grandi piramidi avevano anche il tetto-pettini, che li ha resi ancora più alto, e questi possono hanno rappresentato le grotte sacre che popoli mesoamericani erano usato come luoghi di culto per millenni. Molte tombe all'interno degli edifici hanno murales, il più antico risale a c. 50 A.C., in genere raffiguranti sovrani e divinità, senza dubbio, per sottolineare l'ascendenza divina di occupante della tomba.

Attrazioni architettoniche

Nord dell'Acropoli
Sull'Acropoli Nord, in primo luogo costruito intorno al 250 A.C. e modificato molte volte nel corso dei secoli, comprende le più antiche strutture a Tikal. Questi templi sono stati costruiti su due piattaforme rettangolari, le più antiche e grandi misure 100 x 80 metri e utilizzati come mausolei per i primi re di Tikal. La tomba più opulenta era di Yax Nuun romano, noto anche come 'Curl naso', che morì nel 420 CE e che è stato sepolto in tutti i suoi fronzoli insieme nove vittime sacrificali e diversi piatti raffinati di pappa di mais e cioccolato . Altri righelli colorati denominati seppelliti nei dodici templi includono Luna Zero Bird (adesione c. 320 D.C.), grande Jaguar Paw, cielo tempestoso e fumatori rana.
Centrale dell'Acropoli
La grande piazza di fronte, questa è la posizione del Palazzo reale di cinque piani di Tikal. Simile al meglio conservato palazzo a Palenque, la struttura aveva ampie gallerie, panche lungo i muri, cortili chiusi e stucchi raffigurazioni di prigionieri. La presenza di quattro enormi Focolari suggerisce i pasti erano preparati per un gran numero di residenti scribi e gli amministratori. I cortili sarebbero sono stati utilizzati per cerimonie importanti, tra cui salasso e sacrifici.
Mundo Perdido complesso
Il complesso Mundo Perdido o 'Lost World' è dominato da un enorme piramidee lungo un lato del complesso è una fila di piccoli templi, loro scopo esatto sconosciuto. Il complesso dispone di tre piattaforme sul suo lato orientale e un'unica piattaforma sul lato occidentale. Quelli ad est sono allineati con l'alba agli equinozi.
Templi I, II e IV
Costruito nel VIII secolo CE su un asse est-ovest e di fronte a altra in tutta la piazza grande, il tempio piramide ha nove livelli tipici di imitare quelli degli inferi Maya Xibalba. Tempio I è alta 50 m (164 ft) ed è salito da una ripida scalinata di 70 gradi con passaggi così stretti che si può solo salire lato-footed. Profondità all'interno del tempio sono il Tikal re Jasaw Chan K'awiil rimasto sepolto, mentre sua moglie è un ottimo candidato per l'occupante ora manca del II tempio alto 42 metri. Tomba del re, oltre alla solita Giada preziosa e conchiglia conteneva anche un gran numero di ossa incise che riguardano storie dalla storia di Tikal. Infine, opportuno ricordare di Tempio IV come, a 70 metri di altezza, è la struttura più alta a Tikal ed è stato usato come la tomba di re Yax Kin (734-746 CE).
[ Indice ▲ ]
[ 6 ]

Uxmal

Origine e storia
da Mark Cartwright

Uxmal, a nord-ovest dello Yucatán, Messico, fu un'importante Maya città che fiorì tra il 6 ° e 10 ° secolo CE. La città, seguendo un programma di restauro, è il meglio conservato di tutti i siti Maya, e possiede alcuni dei più importanti esempi di architettura classico terminale ovunque.
Fondata nel VI secolo CE, o anche prima, era tra 850 e 925 CE che Uxmal pienamente affermata come la capitale di una collezione di piccola città nella regione Puuc orientale. Insieme ad altri luoghi del Nord come Chichen Itza, Uxmal sopravvissuto al crollo che ha interessato più altri CE di c. 900 città Maya. Infatti, la città ha intrapreso un nuovo turno del monumento edificio nel 9 ° e 10 ° secolo CE ed è diventato di gran lunga il più grande sito di Puuc. Più tardi, nei secoli 13 ° e 14 ° CE, Uxmal era una parte di un'alleanza di città-stato dello Yucatan, guidati da Mayapan.
Architettura in stile Puuc prevale e porte ad arco e decorazione elaborata sono una caratteristica comune degli edifici di Uxmal.

Layout & architettura

Gli edifici di pietra calcarea di Uxmal sono, in generale, orientati lungo l'asse nord-est. L'eccezione è la casa del governatore che affronta l'ascesa di Venere al suo ciclo più a sud. Mura di fortificazione circondano il complesso sacro centrale. Architettura in stile Puuc prevale e porte ad arco sono una caratteristica comune degli edifici di Uxmal, come distintivi blocchi a forma di stivale, progettati specificamente per supportare il volteggio. Facciate sono divisa orizzontalmente in due parti distinte - una parte inferiore piana e una sezione superiore altamente decorativa. Impiallacciature fini sopra un nucleo di macerie sono anche caratteristiche dello stile Puuc. La città comprende i cammini sacri tipici (sacbe) delle città Maya. I 18 km uno che collegava Uxmal a Kabah ha cominciato con un arco monumentale enorme mensolone e passaggi che ricordano il romano arco di Trionfo. La struttura è unica nell'architettura Maya.
Oltre ai monumenti principali di seguito indicati, Uxmal comprende anche un campo da pallone con lati verticali insoliti, il cimitero, il gruppo nord - un insieme di strutture costruite intorno a una chambered piramide, squat casa delle tartarughe e la piazza quattro livelli piramide conosciuta come la piramide della vecchia, che è la più antica struttura a Uxmal.

Attrazioni architettoniche

Piramide del mago
La piramide a tre livelli ha due profili distinti che porta gli studiosi a credere che la struttura ha avuto due fasi costruttive, a partire dal VI secolo D.C. e termina nel x secolo CE separate. La piramide è caratteristica per i suoi angoli arrotondati che lo rendono quasi ovale in forma quando visto dall'alto, rendendo unica la piramide in architettura Maya. Una ripida scalinata abbellita con maschere intagliate si arrampica sul lato ovest e raggiunge una porta scolpita per rappresentare la bocca di un mostro terribile serpente. Una scala meno ripida si arrampica il lato orientale e finisce in una struttura monocamera.
Convento di suore Quadrangle
L'edificio è stato costruito nel tardo IX secolo CE con varie integrazioni nei decenni successivi. Un grande cortile chiuso da quattro edifici separati rettangolari è accessibile tramite una scalinata monumentale sul lato sud che conduce ad un ingresso ad arco grande corbel. L'edificio è in stile architettonico Puuc riccamente ornamentale. La struttura comprende volte, massoneria dell'impiallacciatura tagliato finemente, tetto-pettini e un numero insolitamente elevato di porte precisamente numerati lungo ciascuna facciata e insieme più vicino che si muovono verso le estremità.
L'edificio nord del convento è il più alto e ha una terrazza Camerata molti accessibile tramite una seconda ampia scalinata che conduce dal cortile. Questa struttura dispone di 13 porte, quasi certamente una rappresentazione dei 13 livelli dei cieli Maya. Di fronte, l'edificio sud dispone di nove porte, imitando i nove livelli degli inferi Maya (Xibalba). Significativamente, è anche l'edificio impostato più basso dei quattro. L'edificio ovest ha sette porte, questa volta che riflette il numero mistico di Maya della terra. Inoltre, rappresentazioni del Dio terra sotto le spoglie di una tartaruga (Pawahtun) suggeriscono che la costruzione ha rappresentato il Middleworld che per i Maya era il luogo dove il sole scende agli inferi. Mosaici su East Building suggeriscono che questa struttura può rappresentare il punto in Middleworld dove sorge il sole. Elementi decorativi su tutti i quattro edifici sono maschere di pietra, bande di cielo, due teste di serpenti, modeste case con tetto di paglia e statue a tutto tondo. Lo scopo esatto dell'edificio è sconosciuto.
Casa del governatore
Questo edificio 24 camere è stato costruito nel x secolo CE per commemorare il Regno del Signore Chahk, l'ultimo grande sovrano di Uxmal, il cui ritratto è posto sopra l'ingresso principale. Anche costruito in stile Puuc che forse fu originariamente concepito come tre parti separate collegate da porte corbel. L'intero edificio, così come con il convento di suore, si appoggia leggermente verso l'esterno (negativo pastella) dando un'impressione di leggerezza e anche correggere la prospettiva distorta creata da horizontals lunghi dell'edificio. La parte superiore della facciata si avvale di pietra mosaico decorazione con motivi come serpenti, passo tasti e grata del lavoro insieme a ritratti umani e piccole case di paglia. Serpente-maschere di pietra decorative sono disposti in diagonali per creare suggestivi triangoli delineati su tutte le facciate. Al contrario, gli angoli dell'edificio ogni hanno una linea verticale di cinque serpente-maschere. Così come la residenza reale di Uxmal, l'edificio fu utilizzato come principale centro amministrativo della città.
Casa dei piccioni
Situato immediatamente a ovest della casa del governatore e la grande piramide, questo edifici prende il nome dalla intricata facciata con le sue molte piccole aperture che assomiglia ad una colombaia. Il complesso dispone di tre campi, ogni diminuzione nella dimensione come uno si arrampica i tre livelli di passaggi. Sua condizione più poveri e altamente decorativo stile architettonico suggeriscono che l'edificio è parecchi secoli più vecchio del convento e la casa del governatore.
[ Indice ▲ ]
[ 7 ]

Parete

Origine e storia
da Joshua J. Mark

La parola inglese 'muro' è derivata dal latino, 'vallus' che significa 'un palo' o 'post' e indicata la palizzata di legno-palo e di terra che forma il bordo esterno di una fortificazione. Le palizzate erano uso fin dall'inizio e sono citati da Omero nel VIII secolo A.C. e successivamente dallo storico greco Polibio (c 200-118 A.C.) e lo storico cinese Sima Qian (145-86 A.C.) tra gli altri. Pareti sono state costruite tradizionalmente per difesa, privacy, e per proteggere le persone di una certa regione dall'influenza o il pericolo percepito poste da parte di estranei.

Antiche mura della Mesopotamia

Le pareti più antiche trovate in esistenza finora sono quelle del tempio di Gobekli Tepe a Urfa, Sud-Est Turchia risalenti a 11.500 anni fa. Mura della città , che è diventato comune per scopi di difesa, è per la prima volta intorno alla città di Gerico (ora in Cisgiordania) intorno al x secolo A.C. e la città sumerica di Uruk , che è stata fondata un po' più tardi (anche se entrambe le città rivendicare l'onore di "prima città del mondo"). Le mura di Uruk sono state pensate per essere stato costruito dal grande re Gilgamesh su cui ha inciso sue gesta eroiche che hanno costituito la base per la successiva epopea per che è famoso.
Pareti ha cominciato a salire intorno città in Mesopotamia poco dopo urbanizzazione ha cominciato nella regione c. 4500 A.C..
Pareti ha cominciato a salire intorno città in Mesopotamia poco dopo urbanizzazione ha cominciato in c.4500 la regione A.C.. Mura della città sono state costruite per includere porte e torri di avvistamento e di solito un fosso in esecuzione intorno al perimetro esterno della parete che potrebbe essere riempito con acqua. Re Hammurabi circondato la sua città di Babilonia con più imponenti mura di solito visto poco dopo salì al trono nel 1792 A.C., ma il credito per trasformare la città di Babilonia in una meraviglia awe-inspiring appartiene al re Nabucodonosor II. Nabucodonosor II (634-562 A.C.) costruito tre muri intorno a Babylon ad un'altezza di quaranta piedi e così vasto in cima che carri potrebbero correre intorno a loro. La Porta di Ishtar nella parete di Babilonia di Nabucodonosor II è stato sostenuto da alcuni di essere più grande di qualsiasi delle quotate meraviglie del mondo antico. Lo storico greco Erodoto ha sostenuto che "Babylon sorpassa a meraviglia qualsiasi città del mondo conosciuto" e in particolare ha elogiato le pareti che ha detto erano 56 miglia (90 chilometri) lungo, spesso di 80 piedi (24 metri) e 320 piedi (97 metri) alta. Anche se si ritiene generalmente che Erodoto esagerato la maestosità di Babilonia, altri scrittori antichi hanno notato la magnificenza delle pareti.

Mura difensive

Si è pensato molto primo muro non costruito intorno ad una città fu eretto dal re sumero Shulgi di tuo c. 2038. Parete di Shulgi 155 miglia (250 chilometri) lunghe e fu costruita tra i fiumi Tigri ed Eufrate per mantenere gli Amorei invasori fuori dalle terre sumera. Questo muro era insolito in quanto essa non ha fatto circondare una città ma, piuttosto, ha segnato un confine territoriale, nazionale (piuttosto che privato) e, come tale, era il primo del suo genere. Figlio di Shulgi, Shu-Sin, nipote e pronipote tutti cercato di mantenere questo muro ma, come esso non era ancorato alle due estremità a qualsiasi terminus, ha dimostrato di essere inefficace (uno potrebbe semplicemente marciare un esercito intorno a delle estremità della parete) e infine è stato violato dagli Elamiti c. 1750 A.C. con conseguente caduta del vostro e della regione di Sumer. Un altro muro di questo tipo, ancora esistente, è la grande parete di Gorgan (conosciuto come 'The Red Snake' a causa del colore rosso dei mattoni) in Iran di moderno-giorno. Costruito Impero di Parthian (247 A.C.-224 CE) venne restaurato e ristrutturato dai persiani di Sasanian nel 5 ° o 6 ° secolo D.C., il muro corre 121 miglia (195 chilometri) lunghe e comprendeva oltre trenta fortezze lungo la sua linea. Il muro è stato costruito come un costrutto difensiva sia un mezzo strategico di osservare la distribuzione nemiche. E ' stato molto più efficace di parete di Shulgi e si pensa che i persiani di Sasanian imparato la lezione della parete di Shulgi e migliorato le proprie. La grande parete di Gorgone è oltre 1.000 anni più vecchi, anche se molto meno famosa, la grande muraglia della Cina che, anche se iniziata sotto il Regno di Shi Huangti (che regnò dal 221-210 A.C.) non è stato completato nel suo stato attuale fino al tempo della dinastia Ming (1368-1644 CE). Come la grande parete di Gorgone, la grande muraglia della Cina è stata costruita come una struttura autoportante per la difesa di una regione così come lo era il muro di anastasiana (noto anche come The lungo pareti di Tracia) dell' Impero bizantino (cominciato c. 469 D.C.) si trova nella Turchia moderna.

Pareti in case e città

Il villaggio neolitico di Banpo, in Cina (c. 4800 A.C.) ha consistito di case circolari con pareti in pietra, supportate da legno con tetti di paglia mentre il villaggio di Skara Brae (nelle isole Orcadi, Scozia) è stato costruito nel 3100 A.C. con mura e case di pietra per proteggere le persone dagli elementi e offrono privacy. Interessante, entrambi i villaggi sono simili nella costruzione. La forma di base di questi villaggi e l'utilizzo di pareti, prosegue lungo le stesse linee in altre culture. Nell'antico Egitto più abitazioni avevano murati cortili per contribuire a scoraggiare ladri o vicini semplicemente indesiderati e non richiesto (rotoli di papiro e iscrizioni si riferiscono che gli esseri umani potrebbe essere come insopportabilmente fastidiosi a vicenda nei tempi antichi, come lo sono ora). Ogni città nell'antico Egitto fu murata e ciascuno dei grandi palazzi aveva pareti dipinte elaborati ai fini della difesa, ma anche per ornamento. Questo stesso modello di edificio tenuto vero nell'antica Grecia , dove i cittadini di Atene costruito piccole pareti decorative intorno ai loro cortili e patii. Gli Ateniesi circondarono anche loro città con mura spesse che durò fino alla fine delle guerre del Peloponneso con Sparta quando gli Spartani vittoriosi avevano abbattuto. Anche di nota ad Atene erano le lunghe mura che erano due strutture parallele di pietra che correva dall' Acropoli verso il porto del Pireo e protetto al centro della città. Le pareti della mitica città di Troy dall' Iliade di Omero sono stati scoperti dall'archeologo Heinrich Schliemann durante gli scavi tra il 1871-1874 e servite questo stesso scopo difensivo. Le fortificazioni della città cinese di Xi ' an (costruito c. 194 A.C.) sono stati anche costruiti per la difesa e durò quattro anni prima di cadere. Il giorno moderno pareti di Xi ' an, come la grande muraglia cinese, fu ri-costruito e restaurato dalla dinastia Ming.

Pareti in Europa & Vallo di Adriano

In Europa l'usanza della città murata ha continuato come evidenziato da siti come Oppidum di Manching (che si trova nei pressi di moderno-giorno Ingolstadt, Germania) che era una comunità di III secolo A.C. celtica della tribù Vindelici. Le città romane di Lugo, in Galizia, Spagna era circondata da mura spesse enormemente considerata assolutamente inespugnabile. La parete più famosa dell'antichità in Europa, tuttavia, è il Vallo di Adriano in Gran Bretagna. L'Imperatore romano Hadrian (76-138 CE) si stancò di incursioni nelle province romane in Gran Bretagna e così, nel anno 122 D.C., iniziò a costruire un muro oltre il confine settentrionale della Britannia romana per separarla dalle tribù Pict invasori molto nello stesso modo che Shulgi costruito suo muro quasi duemila anni prima per tenere fuori gli Amorei (come con la grande muraglia cinese e la parete di Anastasian). Ci sono voluti sei anni per costruire, si estendeva per 80 miglia (128 chilometri) oltre il confine tra ciò che è ora in Inghilterra e Scozia ed era, a punti, largo oltre nove piedi (2,7 metri) e venti piedi (6 metri) di altezza. Era fortificato alle torri lungo la strada e servito come un simbolo di militare romana potrebbe e di potenza. La successiva Antonine Wall (iniziata nel 142 CE sotto il Regno dell'imperatore romano Antonino Pio) allungato 39 miglia (63 km) tra il Firth of Forth e il Firth of Clyde e fu costruito per lo stesso motivo come altri tali pareti: per proteggere la regione conosciuta degli abitanti dalle incursioni degli 'altri' quale essi considerati come pericolosi barbari.
[ Indice ▲ ]
[ 8 ]

Palenque

Origine e storia
da Mark Cartwright

Situato ai piedi dell'altopiano del moderno Messico Chiapas, Palenque fu un'importante di Maya città che fiorì tra il c. 600 e 750. Il nome che Palenque deriva da Spagnolo, significa 'luogo fortificato', ma il nome originale di Maya, ora sappiamo, era Lakamha. Situato dove si uniscono le pianure costiere e dell'altopiano, il sito ha prosperato come un centro di commercio dell'entroterra che ha permesso di Palenque controllare un ampio territorio e benefico stringere alleanze con altri potenti città come Tikal, Pomoná e Tortuguero.
La lista dei re di Palenque comincia con K'uk' Bahlam I, che regnò dal 431-435 CE, ma il monarca più famoso è Kinich Janaab Pacal I (scudo girasole grande significato), noto anche come Pakal il grande, che regnò dal 615 CE fino alla sua morte nel 683 CE, 80 anni. Pakal creato una dinastia che, più di quattro generazioni, ha visto la città raggiunge il suo massimo periodo di prosperità. Figli di Pakal, K'an Bahlam II (r. 684-702 CE e altrimenti noto come Chan Bahlum) e K'an Joy Chitam II (r. 702 - CE c. 720) e nipote K'inich Ahkal Mo' Nahb III (r. 721 - c. 736 D.C.) continuò il lavoro di Pakal e Palenque ha trasformato in uno dei più grandi di tutte le città Maya. Tuttavia, a volte nella metà del VIII secolo CE ostilità scoppiò con Toniná e Palenque, come altre città Maya classico contemporaneo, è stato abbandonato c. 800 CE.
L'inchiesta all'interno della grande piramide di Palenque ha portato ad una delle più grandi scoperte archeologiche in Mesoamerica.

Layout & architettura

La città può essere divisa in tre periodi distinti: precoce, medio e tardo classico. La maggior parte degli edifici più grandi a Palenque risalgono al periodo centrale, mentre il tardo classico ha visto la costruzione di fortificazioni a schiera per la difesa contro popoli di Costa del Golfo centrale. Costruito su tre diversi livelli, la città segue i contorni del territorio locale, e molte di queste strutture del tempio di calcare sono costruite sulle colline naturali. Palenque, con oltre 1.000 diverse strutture, era uno della più densamente popolata di tutte le città Maya. Otto piccoli fiumi che scende dalle montagne circostanti si snodano attraverso la città. Il più importante di tale flusso è stato chiamato Otulum che è stato ri-diretto per portare l'acqua direttamente al Palazzo reale e, in luoghi, fatto di seguire un sotterraneo acquedotto che supportate piattaforme e passerelle.
Architettura a Palenque era innovativo. Per la prima volta in Mesoamerica, mensoloni tetti sono stati costruiti, spesso in parallelo, che ha portato maggiore spazio interno e, tramite la centrale paretedi supporto, migliorato la stabilità strutturale. Sopra la parte superiore inclinata di molti edifici, è stato aggiunto un tetto-pettine ingraticciato. Architettura di Palenque è anche distinto grazie all'utilizzo di pareti sottili e ampie porte. Edifici utilizzati la morbida pietra calcarea locale con architravi in legno e colori vivaci del rosso, blu, verde, giallo e bianco sono stati usati per decorare l'esterno e le pitture murali all'interno. Palenque è anche famosa per le sue sculture scultura e basso-rilievo di stucco decorativo che presentano alcuni dei ritratti più naturalistici in arte Maya. Anche di nota sono i numerosi palazzi con vasta cortili, fontane ornamentali e artificiale piscine sparse per la città.

Il Palazzo di Palenque

In modo univoco per le città Maya, Palenque una residenza reale e non un tempio è il fulcro centrale della città. Il Palazzo, prima cominciato c. 721 CE, è una delle più complesse strutture architettoniche in qualsiasi sito di Maya. L'edificio, ubicato su una piattaforma alta 10 metri, è in gran parte composto di camere disposte intorno a cortili interni e gallerie con soffitti a volta, tutto misura 91 x 73 metri. Forse la caratteristica più notevole del palazzo è la torre quadrata di quattro piani, un'altra caratteristica unica in siti mesoamericani. La Torre di 25 metri è stata scalata tramite una scala che serpeggiano attorno le pareti interne. L'edificio fu utilizzato come residenza reale e Corte, ma anche come alloggio per i nobili, servi e personale militare. Altre caratteristiche di nota sono un bagno di vapore, due gabinetti costruiti sopra un torrente sotterraneo e vari rilievi raffiguranti prigionieri. Il Palazzo era anche riccamente decorato con stucchi dipinti a colori vivaci che raffigurano scene di Maya re e nobiltà.

Il Tempio delle iscrizioni

Situato in una collina e CE completato c. 682, la piramide ha nove diversi livelli, corrispondenti, senza dubbio, a nove livelli degli inferi Maya. Svolgimento di un'indagine archeologica nella parte superiore della piramide nel 1952 CE, l'archeologo messicano Alberto Ruz notoriamente scoperto che una singola lastra curiosamente forata nella pavimentazione di un alloggiamento potrebbe essere rimosso, e sotto di esso ha rivelato una scala che scendeva nel cuore dell'edificio. Alla base della scala 65-passo torsione, dopo sparecchiare le macerie deliberatamente sinistra e ora profondo all'interno della piramide, Ruz raggiunto un singolo con il tetto di complementi di arredo camera, all'esterno del quale erano cinque o sei scheletri umani, vittime sacrificali quasi certamente. Evidentemente qualcuno di importante era stato sepolto qui. All'interno della cripta riccamente decorata sono stati nove assistenti di stucco su pareti inclinate e due più in giada in piedi da artefact più notevoli della camera. Questo era un sarcofago sormontato da una lastra lunga magnificamente intagliati 3,8 metri raffigurante un sovrano Maya cadere nelle fauci della malavita Maya Xibalba. Finalmente si apre il sarcofago, Ruz scoperto che giada e coperto di cinabro residua di quella più grande di tutti i governanti di Palenque, re Pakal il grande. Il re era stato dato una maschera di morte vita come giada mosaico e una grande quantità di gioielli corrispondenti ad accompagnarlo nella prossima vita. È stata una delle più grandi scoperte in Mesoamerican archeologia, e infine si è dimostrato che le grandi piramidi di Maya non erano semplicemente stato costruito come templi, ma anche come tombe per grandi dominatori, come in antico Egitto.
Altre caratteristiche interessanti della tomba includono iscrizioni sui muri che riguardano episodi dal Regno di Pakal (da qui il Tempio di moderno nome), una stretta pietra della via aerea (condotto) che passa proprio attraverso la piramide a cui connettersi la tomba, il mondo esterno ed esattamente 13 sezioni di tetto mensolone connessione la tomba a camera superiore, corrispondenti ai livelli Maya 13 dei cieli. Allora, proprio come raffigurato sulla lastra del sarcofago, tutta la piramide era una metafora per la discesa di Pakal attraverso i nove livelli della malavita e la successiva salita l'albero del mondo e i 13 livelli del cielo per infine raggiungere lo stato divino. La tomba è anche interessante architettonicamente come ha traverse di pietra uniche, senza dubbio, perché l'architetto sentito il solito travi in legno non sarebbe sufficientemente forte da sostenere la grande massa di muratura sopra. Infine, il tempio è anche noto per essere l'unico esempio conosciuto di una piramide Maya in costruzione prima della morte dell'occupante.

Il gruppo della Croce

Si tratta di una raccolta di tre templi - il Tempio del sole, la Croce, e lamellare Cross - costruito nel tardo VII secolo CE e disposti su tre lati di una piazza. Ogni tempio è costruito su una piattaforma rialzata, letta da una monumentale scalinata frontale, e ognuno contiene gallerie parallele con un passaggio mensoloni perpendicolari, creando così una camera di grandi dimensioni. Tutti e tre hanno anche strutture di tetto-pettine grande. Iscrizioni entro i santuari di ciascuna delle strutture rivelano che erano costruiti in onore di tre divinità di Palenque (conosciuto solo come GI, GII e GIII) da re K'an Bahlam, (serpente Jaguar) e dedicati nel 692 CE. Adesione del re è registrata in compresse in tutti i tre templi, ed egli stesso raffigurato è sei anni e ancora quando fatto re, 49 anni.
I tre templi sono ricchi di simbolismo e immagini di Maya. Il santuario interno del Tempio del sole aveva una maschera del sole nel suo aspetto di notte, la Jaguar Dio degli inferi. I santuari nel tempio della Croce e lamellare Cross contenevano un albero di mondo sopra il quale era un uccello quetzal. I Maya chiamati questi edifici sudore bagni o pibnal, luoghi di importanza cerimonia, soprattutto prima e dopo il parto. Forse, quindi, essi sono il simbolici della nascita degli dèi, e preso come un gruppo possono rappresentare la creazione di Maya. Le sculture e i rilievi nel suo complesso sottolineano il ruolo del re come custode di fertilità, mais e pioggia, e sono presenti anche un legame chiaro ancestrale tra la dinastia di Pakal e i dèi.
[ Indice ▲ ]
≪≪≪ ◄► ≫≫≫

Fonte: Ancient History Encyclopedia Il contenuto è disponibile sotto licenza Creative Commons CC BY-SA 3.0

CONTENUTI CORRELATI ››